Leggere è salire, forse non fino al cielo ma senz’altro sopra la mediocrità
Dic14

Leggere è salire, forse non fino al cielo ma senz’altro sopra la mediocrità

LEGGERE È SALIRE Ricchezza non vuol dire saggezza. Prendiamo il caso di Thamus, potente faraone d’Egitto. Un giorno il dio lunare Thot gli si parò davanti entusiasta e gli annunciò l’invenzione della scrittura. Non ci si crederà, ma invece di gioire, il saccente faraone si dimostrò presuntuoso e ottuso. Questo il loro dialogo come lo raccontò Socrate e come lo ha tramandato Platone (Fedro, 274c-275b). Thot: «Questa mia invenzione, o...

Leggi di più
I bambini (ancora una volta) ci guardano. ‘L’affido’ di Xavier Legrand
Giu28

I bambini (ancora una volta) ci guardano. ‘L’affido’ di Xavier Legrand

I bambini (ancora una volta) ci guardano. ‘L’affido’ di Xavier Legrand A prescindere dai riconoscimenti ufficiali ottenuti a Venezia 2017 (Leone d’argento per la migliore regia e Leone del futuro come migliore opera prima), L’affido è un bel film. Riprendendo un corto realizzato quattro anni prima (Avant que de tout perdre) il regista francese Xavier Legrand, classe 1979, con questo suo primo lungometraggio centra il bersaglio. Quello...

Leggi di più
Dal microcosmo al macrocosmo. ‘La casa sul mare’ di R. Guédiguian
Apr26

Dal microcosmo al macrocosmo. ‘La casa sul mare’ di R. Guédiguian

Dal microcosmo al macrocosmo. La casa sul mare di R. Guédiguian Aveva detto: «Ogni tanto, direi ogni cinque o sei anni, sento una specie di bisogno di fare il punto. Di ritornare nei posti in cui ho girato i miei primi film, ma più che altro di tornare a occuparmi del mondo a cui ho dedicato i primi lavori. È un modo per fare il punto su me stesso, sulla mia intimità, sulla politica, sulla società e sugli ambienti sociali che fanno...

Leggi di più
Ciak di… versi. Cinema e Poesia
Mar18

Ciak di… versi. Cinema e Poesia

Ciak di… versi Cinema e Poesia   È noto lo stretto legame tra cinema e narrativa. I film liberamente tratti da romanzi e realizzati dai cineasti non si contano. Meno noto e più sorprendente è il rapporto tra cinema e poesia. A intuirlo per primo è Italo Calvino quando, in Perché leggere i classici, propone un’originale interpretazione cinematografica della poesia Forse un mattino di Eugenio Montale. Sorvolando  su altre sue...

Leggi di più
“Wonder” di Stephen Chbosky: non solo meraviglia
Gen22

“Wonder” di Stephen Chbosky: non solo meraviglia

Wonder: non solo meraviglia Antefatto: in un parco di New York un bimbo di tre anni sta gustando un gelato. Vedendo al suo fianco una bambina con una deformità facciale, si spaventa e urla terrorizzato. La mamma istintivamente lo trascina via e lo riporta a casa. Fine dell’episodio e inizio della storia. La mamma del bimbo si chiama Raquel Jaramillo e lavora nell’industria editoriale come art director e designer di copertine di libri....

Leggi di più