Myart Film Festival. Visioni Mediterranee

,   

Myart Film Festival. Visioni Mediterranee

@ Pierluigi Pedretti (08-12-2020)

MyART Film Festival – Migrazioni e Diritti Umani nel cuore del Mediterraneo – che si tiene a Cosenza dal 9 al 12 dicembre 2020 presenta (ovviamente online) cortometraggi e documentari che affrontano le violazioni dei diritti umani fondamentali, raccontando anche storie di cambiamento e di libertà. Le opere presentante in questa quarta edizione provengono da Israele, Iran, Francia, Spagna, Egitto, Brasile, Pakistan e Italia. Per i documentari sono sette le opere: “Ndoto Ya Samira” di Nino Tropiano; “Socher Hakarkaot” di Tal Michael T e David Ofek; “In prima linea” di Francesco Del Grosso e Matteo Balsamo; “Nardjes A. Un giorno nella vita di una manifestante algerina” di Karim Ainouz ; “Aurora” di Giuseppe Bisceglia; “Ghiaccio” di Tomaso Clavarino e “Ninos Maya” di Veronica Succi.Sul fronte dei cortometraggi troviamo: “Exam” di Sonia K. Hadad;“May I have this seat?” di Tabish Habib; “Sottosuolo” di Antonio Abbate;“Deux options” di Gon Caride; “The blue bed” di Alireza Kazemipour;“Giusto il tempo per una sigaretta” di Valentina Casadei; “Marina, Marina!” di Sergio Scavio; “Klod” di Giuseppe Marco Albano e “I am afraid to forget your face” di Sameh Alaa. Alcuni di essi hanno già ricevuto il plauso della critica più attenta e vinto premi importanti come per “Inverno” di Giulio Mastromauro.

MyArt Film Festival – organizzato dall’associazione culturale multietnica La Kasbah e dalla casa di produzione Lagofilm – è anche rassegna-concorso. A giudicare i documentari saranno la regista Wilma Labate, il documentarista Gianfranco Pannone e la sceneggiatrice Simona Nobile, che assegneranno 3.500 euro di Premio Sprar (supportato da una rete degli enti locali). Mentre per la sezione cortometraggi la giuria è costituita dalla regista Lorena Luciano, dal documentarista Antonio Martino e dal direttore della fotografia Corrado Serri, che assegneranno1.500 euro con il premio Migrantes (grazie al sostegno della Conferenza Episcopale Italiana). Anche questa edizione vedrà un ricco programma collaterale che comprende proiezioni (il festival si apre con il documentario “Arrivederci Saigon” di Wilma Labate), presentazioni di libri ed un evento speciale dedicato ai registi Antonio di Trapani e Marco de Angelis. Per informazioni ulteriori e per le visioni: https://myartfilmfestival.com.

Autore: Pierluigi Pedretti

Condividi