Sospensione attività del Teatro Menotti di Milano

  

 

Ancora una volta ci troviamo costretti a dover interrompere la nostra attività, per disposizione dell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. In questi mesi abbiamo lavorato duramente per rendere sicuri gli spazi e dare la possibilità al nostro pubblico di vivere l’esperienza teatrale con la massima tranquillità. Siamo stati tra i primi teatri a riaprire alla mezzanotte del 14 giugno, dopo mesi di lockdown.  Ci siamo attenuti a tutti i protocolli e abbiamo un comitato anti-Covid che col massimo impegno ha reso il nostro teatro un luogo sicuro. Non è bastato. Dobbiamo farci da parte ancora una volta e rimandare appuntamenti del Capitolo 2 di questa complicata stagione teatrale, che abbiamo intitolato, non a caso, Fragili come la terra.

In questo tempo sospeso continueremo a lavorare, a fare e pensare teatro, con più rabbia e più convinzione di prima. Il teatro Menotti non interrompe l’attività produttiva e conferma i progetti stagionali e l’impegno con il pubblico. Stiamo lavorando con più passione e con tutta la voglia che abbiamo di fare e divulgare arte, perché riteniamo che il pubblico abbia bisogno di tornare presto in teatro e  soprattutto ci batteremo affinché il teatro non venga percepito come un luogo di cui aver paura, ma continui ad essere vissuto come uno spazio in cui dare ristoro all’anima.

Il 26 novembre saremo pronti a debuttare con uno spettacolo in prima nazionale, “Guida Galattica per gli autostoppisti”. Una giovane compagnia, il Collettivo Menotti, formata da attori under 35-compagnia che abbiamo pensato di costituire per dare un’occasione di lavoro e di speranza alla parte più fragile nostro settore- metterà in scena le esilaranti situazioni nonsense, piene di humour britannico e di personaggi assurdi della saga letteraria di Adams. Lo spettacolo sarà ambientato nel Ristorante al Termine dell’Universo dove le parole e la musica s’incontreranno in un grottesco cabaret spaziale. Sarà in scena fino al 6 Dicembre.

Autore: Redazionale

Condividi