XX Emilia Romagna Festival 4 agosto 21.15 Abbazia di Pomposa | Da Rimini al mondo: il viaggio di Federico Fellini e Tonino Guerra, con Ivano Marescotti

,   

XX EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

26 luglio – 10 settembre 2020

 

Musica Pomposa

 

Da Rimini al mondo: il viaggio di Federico Fellini e Tonino Guerra

Ivano Marescotti, voce recitante

Ensemble Duomo

Roberto Porroni, chitarra

Pier Filippo Barbano, flauto

Germana Porcu, violino

Antonello Leofreddi, viola

Marcella Schiavelli, violoncello

 

Testi di Federico Fellini, Tonino Guerra

Musiche di Nino Rota

Martedì 4 agosto – ore 21.15

Codigoro – Cortile dell’Abbazia di Pomposa

 

PRIMA ASSOLUTA

Ivano Marescotti ph Roberto Serra

Per la XX edizione di Emilia Romagna Festival andrà in scena, in prima assoluta, a Codigoro, presso lo splendido Cortile dell’Abbazia di Pomposa, un evento eccezionale: il grande attore romagnolo Ivano Marescotti renderà omaggio ai due romagnoli più famosi del mondo, Tonino Guerra e Federico Fellini, nati esattamente 100 anni fa, leggendone i testi in prosa e in poesia, nel recital Da Rimini al mondo: il viaggio di Federico Fellini e Tonino Guerra. Per l’occasione il grande mattatore sarà accompagnato dall’Ensemble Duomo, che interpreterà musiche di Nino Rota con una nuova veste timbrica.

Dopo una lunga carriera passata tra i teatri, lavorando con registi come Mario Martone, Carlo Cecchi, Giampiero Solari, Giorgio Albertazzi, e i set di tutta Italia, avendo interpretato oltre 50 film, sotto la direzione di premi Oscar quali Antony Minghella e Ridley Scott e, fra gli altri, Marco Risi, Roberto Benigni, Pupi Avati, e Carlo Mazzacurati, Ivano Marescotti è tornato alle radici, iniziando dal 1993 un lavoro di recupero del suo dialetto romagnolo, tornando in teatro con i testi di Raffaello Baldini, per poi rileggere e riscrivere alla sua maniera grandi come Dante (Dante, un patàca ispirato alla Divina Commedia) e Ariosto (Bagnacavàl, una contaminazione tra il basso dialetto romagnolo e l’Orlando Furioso).

In questa ottica di ritorno alle radici della propria identità e della propria lingua si inserisce Da Rimini al mondo: il viaggio di Federico Fellini e Tonino Guerra, un progetto che intende esaltare, per dirlo con parole dello stesso Marescotti, “la radice profonda del carattere del romagnolo che è tragicomica, cioè tragica e comica insieme: si ride per non piangere”.

Il 2020 è un anno particolare per la poesia e l’arte romagnola”, ha ricordato ancora Ivano Marescotti, “ci sono due anniversari, la nascita 100 anni fa di Tonino Guerra e Federico Fellini, i due romagnoli più famosi nel mondo. Con lo spettacolo del 4 agosto a Pomposa per il Festival della Romagna festeggiamo i due compleanni con le musiche del grande Nino Rota che Fellini ha voluto per tutti i suoi film, nonché i testi in poesia e prosa di Tonino Guerra che ha scritto molti film di Fellini, a cominciare da Amarcord: il capolavoro più famoso e più rappresentativo del valore universale della poesia e arte italiana nel mondo”.

Ad accompagnare Ivano Marescotti con le musiche di Nino Rota sarà l’Ensemble Duomo, fondato da Roberto Porroni nel 1996 e da allora affermatosi a livello internazionale come uno dei più originali ed interessanti gruppi da camera, arrivando a tenere concerti in vari paesi europei, in Turchia, in Medio Oriente, in Africa, in America Centrale e in America Latina, in Australia e in Estremo Oriente. L’Ensemble è composto da solisti affermati, vale a dire Roberto Porroni alla chitarra, Pier Filippo Barbano al flauto, Germana Porcu al violino, Antonello Leofreddi alla viola e Marcella Schiavelli al violoncello. Il gruppo si propone la valorizzazione del repertorio poco eseguito con una particolare attenzione verso proposte particolari ed innovative, e non è nuovo all’interpretazione delle colonne sonore cinematografiche, come dimostrano alcuni programmi da loro interpretati, quali La Musica al Cinema, Le Americhe in Musica e soprattutto Tutto Morricone (che venne apprezzato dallo stesso Maestro Morricone), dedicati ad alcune delle più belle colonne sonore, rivisitate in una nuova dimensione timbrica, incisi in quattro CD che hanno riscosso unanimi consensi di pubblico e di critica.

In caso di maltempo verrà data comunicazione su modifiche di data/sede o cancellazione del concerto attraverso i canali ERF

 

In collaborazione con

Musica Pomposa

Polo Musicale Emilia Romagna

Ingresso
È vivamente consigliata la prenotazione a ERF 0542 25747 a partire dal 9 luglio.

È possibile prenotare un massimo di due posti per persona in considerazione delle platee ridotte nel rispetto del distanziamento sociale.

Programma

 

Nino Rota

La strada

La dolce vita

Casanova 1

Prove d’orchestra

Amarcord

Il bidone

8 e ½

I vitelloni

Giulietta degli spiriti

Casanova 2

8 e ½ (reprise)

 

Roberto Porroni

Fellini’s Song

 

 

Curricula artisti

Ivano Marescotti, attivo in teatro dal 1981, lavora fra gli altri con Mario Martone, Carlo Cecchi, Giampiero Solari, Giorgio Albertazzi. L’esordio al cinema è datato 1989 con l’incontro con Silvio Soldini e la partecipazione al film L’aria serena dell’ovest lo convince a dedicarsi prevalentemente al cinema. Interpreta oltre cinquanta film, lavorando con registi di indiscussa importanza, tra i quali i premi Oscar Antony Minghella e Ridley Scott e, fra gli altri: Marco Risi, Roberto Benigni, Pupi Avati, Sandro Baldoni, Maurizio Nichetti, Carlo Mazzacurati, Marco Tullio Giordana, Antonello Grimaldi, Klaus Maria Brandauer, Antoine Fuqua, John Irvin. Negli anni 2000 si dedica a fiction televisive di successo quali “Raccontami”, “i liceali” ecc. L’attività cinematografica gli frutta 4 nomination al Nastro d’Argento, che vince nel 2004. Dal 1993 inizia un lavoro di recupero del suo dialetto Romagnolo, tornando in teatro con i testi di Raffaello Baldini, per poi rileggere e riscrivere alla sua maniera grandi come Dante (Dante, un patàca ispirato alla Divina Commedia) e Ariosto (Bagnacavàl, una contaminazione tra il basso dialetto romagnolo e l’Orlando Furioso). Dal 2002 il Comune di Conselice gli assegna in gestione la programmazione del Teatro Comunale dove, oltre a gestire un cartellone teatrale nazionale, progetta e produce i suoi spettacoli. Nel 2004 costituisce la Patàka S.r.l. con la quale gestisce le proprie proposte culturali.

L’Ensemble Duomo nasce nel 1996 su iniziativa di Roberto Porroni. Il gruppo, composto da affermati solisti, si propone la valorizzazione del repertorio poco eseguito con una particolare attenzione verso proposte particolari ed innovative. In quest’ottica vanno visti i programmi su cui si incentra l’attività concertistica del gruppo: “Una chitarra per Vivaldi” (inciso in un CD di vivo successo) e “Un Haydn inedito”, dedicati a pagine di rara esecuzione e proposti in una versione vicina alla sensibilità e al gusto dei nostri giorni, cui si aggiungono i programmi “La Musica al Cinema” e “Le Americhe in Musica”, “Tutto Morricone” dedicati ad alcune delle più belle colonne sonore rivisitate in una nuova dimensione timbrica, incisi in quattro CD che hanno riscosso unanimi consensi di pubblico e di critica. Ennio Morricone ha molto apprezzato il lavoro realizzato da Roberto Porroni portando in una dimensione classica le musiche da film. L’Ensemble Duomo si è affermato a livello internazionale come uno dei più originali ed interessanti gruppi da camera, ha tenuto concerti in vari paesi europei (Austria, Svizzera, Italia, Germania, Francia, Grecia), in Turchia, in Medio Oriente, in Africa, in America Centrale e in America Latina, in Australia ed è stato invitato più volte in tournée in Estremo Oriente (Giappone, Corea, Singapore, Vietnam), suonando per importanti istituzioni concertistiche, quali il Seul Arts Center, la Oji Hall di Tokyo e l’ALTI Auditorium di Kyoto, riportando sempre un grande successo e l’invito a rappresentare l’Italia per l’anno “Italia in Giappone”. Ha inoltre tenuto concerti in Argentina, dove ha suonato al Teatro Gran Rex e al Teatro Colon di Buenos Aires, alla presenza di 3.000 spettatori, e in altre città. Ha inoltre debuttato con vivo successo in Brasile. E’ stato invitato al prestigioso Schumann Festival di Bonn. L’Ensemble Duomo si è esibito in concerti in onore di Lorin Maazel e Josè Carreras, che ne hanno molto apprezzato le qualità artistiche.

Indirizzo: Codigoro (FE), Cortile dell’Abbazia di Pomposa, Via Pomposa Centro, 12

 

 

 

 

Sul sito di Emilia Romagna Festival www.erfestival.org sono disponibili le informazioni per la prenotazione dei biglietti insieme a tutte le modalità di svolgimento e di accesso agli eventi, nel rispetto dei dispositivi essenziali a garantirne la sicurezza.

Per i concerti a pagamento è vivamente consigliato l’acquisto dei biglietti in prevendita online sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita Vivaticket.

Per i concerti a ingresso gratuito è vivamente consigliata la prenotazione a ERF 0542 25747.

 

 

 

WWW.ERFESTIVAL.ORG

 

 

 

Link Utili

Facebook: Emilia Romagna Festival https://www.facebook.com/ERFestival/

Youtube: ERFestival https://www.youtube.com/user/ERFestival2010?feature=guide

Instagram:  https://www.instagram.com/emiliaromagnafestival

Twitter: https://twitter.com/erfestival

ERF App

App Store: https://apps.apple.com/it/app/erf-app/id1520367780

Google Play Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.verdi22.erf

 

 

Ufficio Stampa ERF

Michela Giorgini – mob +39 339 8717927 – giorginimichela@gmail.com

Autore: Redazionale

Condividi