Il Franco Parenti di Milano apre le porte del teatro e dei Bagni Misteriosi, fra le proposte ‘Segnale d’allarme’ di e con Elio Germano

  

https://www.teatrofrancoparenti.it/

Proviamo a ripartire

Apriamo le porte del teatro e degli spazi aperti
della piscina e iniziamo
a ristabilire il rapporto che si era interrotto
tra il teatro e il pubblico.
Cominciamo a ritrovare insieme,
dopo la distanza, il contatto dal vivo.

Vi aspettiamo

 

Segnale d’allarme – La mia battaglia VR

Elio Germano

Elio Germano in uno dei primi esperimenti mondiali di teatro in realtà virtuale. Allo spettatore occhiali immersivi e cuffie, per una visione a 360 gradi dello spettacolo.

Segnale d’allarme è la trasposizione in realtà virtuale di La mia Battaglia, spettacolo tratto dalla traduzione italiana di Mein Kampf di Adolf Hitler.  L’esperienza permette allo spettatore, attraverso i visori, di rivivere la pièce teatrale dalla prima fila immergendosi completamente fino a confondere immaginario e reale.

E in quei visori vediamo l’attore-mattatore – interpretato da Elio Germano ripreso da sei obiettivi – intento in un monologo serrato che diventa presto un crescendo di slogan politici sul senso di comunità, sulla meritocrazia, sulla sicurezza e, più avanti, sulla xenofobia e la purezza della razza. Un soliloquio che parte dalla democrazia, dal valore dell’autorità e della responsabilità e termina in un proclama idealista, futurista e dichiaratamente nazista.

Con appelli appassionanti e affondi lirici deliranti, il comico trascinerà l’uditorio in un crescendo pirotecnico fino a condurlo a una terribile conseguenza finale. Una manipolazione del pubblico che porta con sé lo spettro di un pericoloso assolutismo.

Un tema importante nel quale il testo di Germano e Lagani ci trascina con intelligenza. Chi indossa il visore si ritrova nel bel mezzo della pleatea, seduto tra gli altri, a tifare per questo o quel concetto, a partecipare attivamente al dibattito politico, in un gioco metateatrale e al contempo metacinematografico.

La visione avviene attraverso l’ausilio di particolari visori in realtà virtuale (i cosiddetti occhiali VR) e con il sonoro in cuffia.

regia Elio Germano e Omar Rashid

produzione Gold e Infinito

tratto dallo spettacolo teatrale La mia battaglia
diretto e interpretato da Elio Germano
scritto da Elio Germano e Chiara Lagani
aiuto regia Rachele Minelli
luci Alessandro Barbieri
fonico Gianluca Meda
fotografia Luigi Ruggiero e Filippo Pagotto
post-produzione Sasan Bahadorinejad

produzione Pierfrancesco Pisani

 

Date e orari

martedì 30 Giugno h 21:00

mercoledì 1 Luglio h 21:00

giovedì 2 Luglio h 21:00

venerdì 3 Luglio h 21:00

sabato 4 Luglio h 21:00

domenica 5 Luglio h 21:00

Sala e Durata

Sala AcomeA

1 ora e 10 minuti

Autore: Redazionale

Condividi