Il nodo gnostico

,   

Il nodo gnostico

@ Antonio Castronuovo (16-04-2020)

 

Bisognerà sempre interrogarsi sulla luminosa seduzione esercitata da Simone Weil. Ed è certo quella di collocarsi sul crinale tra ciò che non è cristiano e ciò che lo diventa, il punto esatto che unisce Atene a Gerusalemme, l’istante in cui è Eraclito a evocare il Logos ed è Pitagora a indicare l’Armonia. E così, alla fine, Simone indugia sul varco che unisce finito e infinito, laicismo e conversione: la via più sottile – quanto lo erano il suo corpo e la sua mente – della Gnosi.

 

Simone Weil, Attesa di Dio (Adelphi 2008), La rivelazione greca (Adelphi 2014).

 

Autore: Antonio Castronuovo

Condividi