Milano Teatro Elfo Puccini 11 febbraio – 1 marzo | ‘Verso Tebe’ di F. Bruni e F. Frongia, prima nazionale

  

SALA FASSBINDER | 11 FEBBRAIO – 1 MARZO 2020

MAR-SAB: 21:00 / DOM: 16:30

VERSO TEBE

Variazioni su Edipo

uno spettacolo di Ferdinando Bruni e Francesco Frongia

luci Nando Frigerio, suono Giuseppe Marzoli

con Edoardo Barbone, Mauro Lamantia, Valentino Mannias attori
Ferdinando Bruni coro

produzione Teatro dell’Elfo

prima nazionale


ABBONARSI CONVIENE > Scopri la stagione 19/20
 

PRENOTA ACQUISTA

orari prezzi e altro

 

…Salute a te, Edipo!
Tu che sogni i profondi sogni

Hugo von Hofmannsthal, Edipo e la sfinge

La storia di un uomo che non ha paura di compiere un viaggio terribile: una spietata indagine poliziesca che, passo dopo passo, guida il protagonista verso un abisso dove ad attenderlo trova l’inesorabile evidenza della sua colpa. Una favola nera, in cui un trovatello dai piedi feriti sconfigge un mostro, sposa una regina e diventa re per assistere sgomento allo svelamento degli orrendi delitti di cui si è inconsapevolmente macchiato.Un cammino verso la coscienza di sé, conseguita anche a prezzo di una catastrofe. Il coraggio di confrontarsi con forze cieche che sfuggono alla no stra comprensione, che governano un destino che nessuna volontà umana è in grado di mutare.

La storia di Edipo attraverso i secoli diviene lo specchio in cui si riflettono le inquietudini di chi l’ha riletta. Verso Tebe è un concerto di voci, un viaggio attraverso un mito che ci interroga da più di duemila anni. Seneca, John Dryden e Nathaniel Lee, Hugo von Hoffmasthal e ancora Mann, Cocteau, Dürrenmatt, Berkoff: sono alcuni degli autori che ci accompagnano in questa prima tappa verso la messa in scena del testo di Sofocle, che è all’origine di queste cento variazioni.

La tragedia sembra inattuale nel nostro patinato mondo occidentale, dove la luce della razionalità, il ghigno dell’ironia, lo sbadiglio del benessere hanno da tempo domato le belve dalla paura trasformandole in ansia, depressione, stress. Ma se spingiamo lo sguardo al di là dei nostri sempre più scricchiolanti confini, appena fuori dalle nostre rassicuranti certezze, il respiro gelido e antico della tragedia ci ricorda quanta poca parte del mondo ci appartenga davvero.

Per questo, dopo vent’anni, vogliamo tornare al mito, dopo Oreste, Fedra, Alcesti, partiamo per questo viaggio verso una terra oscura e per noi ancora sconosciuta.
Con quattro attori per i personaggi e il coro – Edoardo Barbone, Ferdinando Bruni, Mauro Lamantia e Valentino Mannias – partiamo alla ricerca di un linguaggio perduto, partiamo seguendo il bagliore di una stella che forse è morta migliaia di anni fa, ma la cui luce arriva ancora potente fino a noi.

Ferdinando Bruni e Francesco Frongia

 

  • Orari: mar-sab 21:00 / dom 16:30
    • Durata: 75′
    • Prezzi: intero € 33 / martedì posto unico € 22 / rid. <25 anni – >65 anni € 17.50 / under 18 € 13.50 / scuole € 12
    • Repliche per le scuole

 

Autore: Redazionale

Condividi