Le ragioni della grettezza. ‘Un nemico del popolo’, con Maria Paiato e Massimo Popolizio, al Teatro Argentina di Roma

,   

Le ragioni della grettezza. ‘Un nemico del popolo’, con Maria Paiato e Massimo Popolizio, al Teatro Argentina di Roma

@ Simona Almerini (19-01-2020)

Maria Paiato e Massimo Popolizio in ‘Un nemico del popolo’, foto di Giuseppe Distefano

Roma Un nemico del popolo racconta la storia di due fratelli, il dottor Thomas Stockmann e il sindaco Peter Stockmann che si trovano a fronteggiarsi per una questione etica. La cittadina dove vivono prospera grazie al lavoro creato dalle terme, ma il loro futuro viene messo in pericolo quando il dottore scopre che l’acqua che vi scorre è contaminata da pericolosi batteri. Thomas Stockmann fa di tutto per informare la cittadinanza dei rischi che corre, mentre il sindaco si oppone a questa decisione, consapevole che rappresenterebbe la sua disfatta personale, nonché quella della città. Con la sua astuzia machiavellica riesce a portare dalla sua parte anche giornalisti e piccoli possidenti che si sentono minacciati da un possibile scandalo, mentre Thomas Stockmann da stimato professionista diventa un “nemico del popolo”.

Il legittimo dubbio che pone lo spettacolo è se la maggioranza abbia sempre ragione, anche quando sia costituita da persone grette e ignoranti. Ma il testo affronta altri argomenti più specifici che oggi risultano molto attuali, come la corruzione o il dilemma “salvaguardare l’ambiente o l’economia?” che fa inevitabilmente venire in mente la questione Ilva.

Maria Paiato in ‘Un nemico del popolo’

L’originalità di Un nemico del popolo (miglior spettacolo ai premi UBU 2019) risiede nella sua cifra stilistica. Popolizio invece di una regia classica e rispettosa del testo di Ibsen ne adotta una irriverente, parodistica, che fa apparire tutti i personaggi, a partire dai protagonisti, artefatti e parte di una commedia più grande di loro. È la commedia dell’esistenza che risponde ad un senso di necessità e si pone al di sopra di posizioni morali. Inoltre Popolizio sceglie di ambientare il testo (scritto pensando alla Norvegia di fine ‘800) in una cittadina americana degli anni ’20 e inserisce una colonna sonora blues che gli permette di muoversi e recitare in modo più ritmato.

Popolizio interpreta il dottore con una sorta di goffaggine che lo rende la caricatura del “personaggio buono”. Straordinaria la performance di Maria Paiato, nei panni del sindaco Stockmann, che per questa interpretazione ha meritato il premio UBU come migliore attrice. Paiato indossa i panni maschili con molta naturalezza, senza affettazioni o forzature, concentrandosi sull’essenza del personaggio, indipendentemente dal genere.

UN NEMICO DEL POPOLO

Testo: Henrik Ibsen

Attori: Massimo Popolizio, Maria Paiato, Tommaso Cardarelli, Francesca Ciocchetti, Martin Chishimba, Maria Laila Fernandez, Paolo Musio, Michele Nani, Francesco Bolo Rossini, Flavio Francucci, Cosimo Frascella, Francesco Santagada, Dullio Paciello, Gabriele Zecchiaroli

Scene: Marco Rossi

Costumi: Gianluca Sbicca,

Suono: Maurizio Capitini

Luci: Luigi Biondi

Video: Lorenzo Bruno e Igor Renzetti

Assistente alla regia: Giacomo Bisordi

Regia: Massimo Popolizio

Produzione: Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Autore: Simona Almerini

Condividi