Teatro Basilica, Roma. Dal 24 gennaio, “Il topo del sottosuolo” da Dostoevskij. Adattamento e regia di A. Oliva e M. Manni

  

 

Teatro Basilica, Roma

Presenta

IL TOPO DEL SOTTOSUOLO

dal 24 al 26 gennaio

adattamento (da Dostoevskij) di Alberto Oliva e Mino Manni

con Mino Manni

regia di Alberto Oliva

 

Svidrigajlov, incallito giocatore che scommette su se stesso per tutta la vita, giocando ai limiti del consentito una partita senza esclusione di colpi col destino, si innamora di Dunja, la candida sorella di Raskolnikov e incrocia il destino del protagonista anche perché origlia una scomoda confessione che egli fa a Sonja. Da questi intrecci Dostoevskij si discosta per farci conoscere Svidrigajlov dall’interno, penetrando in soggettiva nella sua mente contorta e piena di contraddizioni e raccontandoci il passato di un uomo che si definisce “malato”, come il protagonista delle Memorie dal sottosuolo. E anche lui, infatti, è un personaggio del sottosuolo, anzi, un topo, come quelli che vede in un delirio di allucinazioni nell’ultima notte della sua vita, quella che precede il suicidio, estremo e definitivo atto di coraggio e di sfida alla morte.

 

Sede del Teatro: Piazza Porta S. Giovanni, 10Roma (RM)

Contatti / Prenotazioni:+39 392 97.68.519info@teatrobasilica.com

Marketing:comunicazione@teatrobasilica.com

Direzione:direzione@teatrobasilica.com

__________________________________________________

Ufficio Stampa a cura di

Agenzia Maya Amenduni – #nonditechenonveloavevodetto

Maya Amenduni  +39 392 8157943
mayaamenduni@gmail.com

__________________________________________________

Autore: Angelo Pizzuto

Condividi