Un’attrice ed una donna coraggiosa e sensibile: è scomparsa Nellina Laganà

,   

Un’attrice ed una donna coraggiosa e sensibile: è scomparsa Nellina Laganà

Il Teatro italiano perde una grande attrice. Nellina Laganà si è spenta, sconfitta da una implacabile malattia. Chi la ricorda per il cameo ne “Le ali della sfinge” il film per la tv della serie del commissario Montalbano fa un torto ad una donna che ha vissuto per e sul teatro. Era nata a Siracusa settantadue anni fa ma aveva vissuto e svolto la sua attività artistica a Catania, la sua città d’adozione: da poco aveva dovuto interrompere la lunga tournée con “I giganti della montagna” poiché le sue condizioni non glielo avevano più consentito. “Il ruolo che ha perfettamente interpretato sul palcoscenico della vita, senza sbavature, senza indecisioni, con misurata maestria – come ci ricorda Daniele Lo Porto, firma storica del giornalismo catanese – è stato quello di donna coraggiosa, fedele ai suoi ideali, generosa, sensibile e forte al tempo stesso.”  La ricordo con affetto, con dolcezza, con gratitudine […] anche per il suo impegno civile ha scritto l’ex primo cittadino Enzo Bianco – per quella travolgente ironia con cui ha condito la sua vita e ha regalato sorrisi e riflessioni a chi ha avuto la gioia di conoscerla. Catania piange una sua figlia vera”. La carriera di Nellina è infinita, costellata pure da molti riconoscimenti: ma ci piace ricordarla soprattutto per “Attrice” il monologo sulla figura della Magnani, con la regia di Gianni Scuto, compagno di vita di Nellina: omaggio ad una grande attrice da parte di una grande attrice.

9 gennaio 2020

Autore: Giuseppe Condorelli

Condividi