Palazzo delle Esposizioni, Roma. 11 dicembre, divagando su “Naso”, un volume di Pasquale Panella

  
Palazzo delle Esposizioni Roma
11 dicembre ore 18
NASO
di Pasquale Panella, scrittore, poeta, paroliere.
Lettura di Pasquale Panella.   Introduce Lucio Saviani.
Naso è entrato nella selezione dell’ultimo Premio Strega
°°°

Il naso è il senso e l’organo del nostro corpo più letterario, è disparo, non simmetrico, “si sdegna o si appassiona, oppure tutt’e due”, scrive Pasquale Panella. L’autore– con spirito di scoperta poetica ma anche “sensuale” – ricostruisce con impareggiabile abilità e profondità la “personalità” del nostro. Lucio Saviani lo aiuta con un saggio introduttivo che “fissa i paletti” filosofici e culturali.

Naso è il terzo titolo della collana Oggetti del Desiderio, curata da Saviani, dopo Peli di Francesco Forlani e Mani dello stesso Saviani.
Il libro è stato candidato al Premio Strega 2019, presentato dal linguista  Giuseppe Antonelli al vaglio degli Amici della Domenica.

“Naso” è un libro fantasmagorico. Panella si inerpica, scende, risale in voli acrobatici e senza rete. Col fiato in gola precipita nei vortici delle parole, ricche di suoni, odori, ‘intrusioni eversive nel passato’, trascinando giocosamente il lettore nelle scarpate del tempo. (L.M.)

 

-Pasquale Panella è poeta, scrittore, performer e paroliere tra i più noti. Lunghissimo e felice il suo sodalizio artistico con Lucio Battisti, di cui scrisse i testi di alcune delle canzoni più note. Più recentemente è sua la versione italiana di Notre Dame de Paris e di Giulietta e Romeo di Riccardo Cocciante. Ha collaborato con Zucchero, Mina, Branduardi, Mango… Ha pubblicato con Minimum fax.
Di sé stesso dice:  Rinuncia a epiteti quali scrittore, poeta e altri più giocosi, per non volerli condividere e perché ormai insignificanti. Ma sì, ha scritto anche versi cantabili, evidenti frammenti di un romanzo vita, infatti vive di quel che scrive. Questo testo è la prova che è stato anche un ragazzo.

 

Aggiornamento a cura di Luisa Mariani

Autore: Redazionale

Condividi