Macro di Roma. Una giornata con Ilaria Drago (8 dicembre)

,   

                                                                           MACRO ASILO, ROMA

                                                                  UNA GIORNATA CON ILARIA DRAGO

 8 dicembre

SALA LETTURA 

ore 11.00 / 13.00

Incontro con Ilaria Drago, il Prof. Massimo Canvacci e Michela Bonafoni

“DONNE CHE NON SI ARRENDONO”

Ilaria Drago accompagnata dal Prof. Massimo Canevacci accademico, etnografo e pensatore critico italiano e dalla conduttrice  Michela Bonafoni coinvolgeranno il pubblico in un viaggio intenso fra interpretazione e narrazione che svelano la sua ricerca poetica e teatrale attenta soprattutto a dare voce a chi non ne ha. Le donne che non si arrendono cuciranno un filo rosso di emozioni, gioia, dubbi, passioni con l’esperienza antropologica del Prof. Canevacci e la militanza di Michela Bonafoni restituendo dignità e corpo a tutte quelle anime cui ci sembra giusto e morale dare voce e nell’urgenza intima di ricreare relazioni umane sane e potenti, arginando quel fiume di odio e indifferenza che tutti ci divide, umilia e rende schiavi. Parteciperanno all’incontro l’attore Paolo Grimaldi e la danzatrice Alessandra Cristiani interpreti dello spettacolo Naeema Ruber e l’attore Andrea Peracchi, interprete insieme alla Drago della performance Viriditas_toranare vivi.

BLACK ROOM – ingresso libero

Dalle ore 11.00 / 15.00

video intervista Prof. Massimo Canevacci.
video installazione “Neema – effetto senza causa” di Mario Toccafondi – ASOW (A SORT OF WEIRD) , percorso visivo e immaginifico ispirato alla storia d’amore di Neema Ruber protagonista dello spettacolo teatrale omonimo testo e regia di Ilaria Drago e interpretato da Paolo Grimaldi e Alessandra Cristiani

BLACK ROOM –ingresso libero fino ad esaurimento posti

ore 15.00 / 16.00
Performance di lettura e video tratta dallo spettacolo Naeema Ruber con Paolo Grimaldi e in video Alessandra Cristiani
Apre Jenni Perlangeli.
 
NAEEMA RUBER
Scritto da Ilaria Drago
Musiche di Meira Ascher
Performer Paolo Grimaldi
Performer in video: Alessandra Cristiani
Proiezioni Mario Toccafondi – ASOW (A SORT OF WEIRD)
 
SCHEDA Naeema Ruber
Naeema Ruber è il racconto dell’amore che supera le leggi, strappa le divise e cancella il passato e supera la ragione radicata nel potere, nella sopraffazione e nell’abuso. Una storia d’amore fra un soldato e una ragazza del popolo contro il quale egli combatte, figlia e sorella di un kamikaze.
Le parole in poesia del soldato, interpretato dall’attore Paolo Grimaldi, dialogano e si mescolano alle immagini in video della danza di Alessandra Cristiani, due linguaggi differenti come differenti sono i protagonisti di questa storia, diversi eppure più vicini di quel che si immagina dopo che gli occhi e la vita tutta, in un istante si sono incrociati.

BLACK ROOM –ingresso su prenotazione 20 posti

ore 16.00 ed ore 17.00 
performance Viriditas_tornare vivi con Ilaria Drago e Andrea Peracchi – prenotazione   obbligatoria solo 20 posti.

VIRIDITAS_tornare vivi – PRIMO STUDIO

Ideato e diretto da Ilaria Drago
Testi di Ilaria Drago e Andrea Peracchi
Musiche di Stefano Scatozza
Performers  Ilaria Drago e Andrea Peracchi
Partitura gestuale Claude Coldy

SCHEDA VIRIDITAS_tornare vivi – PRIMO STUDIO

Ildegarda di Bingen chiama la linfa innata che tutto nutre viriditas: verdeggiare.

Viriditas_tornare vivi è un atto poetico nato per cercare risposte a domande fondamentali: che cosa abbiamo dimenticato tanto da rendere sé e l’altro merce di scambio da consumare? Dov’è la linfa originaria senza la quale siamo fantasmi in balia degli eventi?

Due attori-amanti (Ilaria Drago e Andrea Peracchi), in contatto costante fra loro mutano temperature ed emozioni mediante un’estetica riferita all’iconografia pittorica (Klimt e Schiele) e scultorea (Canova, Bernini). Le voci dei performer sono innestate nelle composizioni di Stefano Scatozza e la partitura gestuale, curata dal maestro Claude Coldy, li svincola da una specifica identità mutandoli in figure archetipiche in cui l’incontro con l’altro è occasione di rinascere a sé e al mondo per tornare vivi.

 

Ufficio Stampa 8Mooncomunicazione Jenni Perlangeli (Tel.342.8655838 per prenotazioni)

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Redazionale

Condividi