Teatro Piccolo Eliseo, Roma. Sino alll’11 novembre, “Judith” di Jorge Palant. Regia di Anna Ceravolo

  

Teatro Piccolo Eliseo

dal 28 ottobre all’11 novembre

JUDITH

di Jorge Palant
traduzione e regia di Anna Ceravolo
allestimento, scene e costumi di Carla Ceravolo
con Silvana Bosi, Alessio Caruso, Cristina Maccà
Produzione Teatro Eliseo

°°°

Vent’anni dopo i fatti che hanno stravolto le loro vite, vittima e carnefice si incontrano. Lui è azzimato, elegante nonostante un insistente lampo di durezza negli occhi. Lei è spenta, ingrigita, consumata dal passato. Come fa il gatto con il topo si stuzzicano, si provocano, si spingono e si sporgono sull’orlo di orridi baratri psicologici. In una coreografia di avvicinamenti e stoccate, colpi bassi e tranelli, si snoda un tango avvincente e tragico che lascia lo spettatore col fiato sospeso.

Dal 1976 al 1983 l’Argentina subì la terribile dittatura del regime militare. Qualsiasi forma di opposizione o dissenso venne soffocata con la violenza. La tortura e l’omicidio erano gli strumenti per ridurre al silenzio chiunque contrastasse il regime. Dalla detenzione, solo pochissimi riuscirono a tornare, di solito per intercessione di qualche potente.
Nell’Argentina dei nostri tempi i protagonisti di questa pièce potrebbero essere un uomo e una donna qualunque, un uomo e una donna che portano dentro la tragedia di un passato che non si può estirpare dai ricordi.

°°°

Spettacoli lunedì, mercoledì, venerdì, domenica
lun. mer. dom. ore 20.00, ven. ore 18.00

Sede del Teatro
via Nazionale 183 – Roma
tel 06.6864849

Autore: Redazionale

Condividi