Il Trieste Science+Fiction Festival: imperdibile

, ,   

Il Trieste Science+Fiction Festival: imperdibile

@ Lavinia Pedretti (22-10-2019)

 

Manca una settimana (29 ottobre-3 novembre 2019) all’inizio della XIX edizione del Trieste Science+Fiction Festival (TS+FF) organizzato, in collaborazione con diversi enti e associazioni, da “La Cappella Underground”, storico cineclub triestino fondato nel 1969.

Phil Tippett

Il festival della città giuliana si è guadagnato negli anni una rinomanza internazionale per la particolarità dei temi che vanno dalla scienza alla fantascienza. Erede della prima manifestazione italiana dedicata alla ”narrativa d’anticipazione” – correva l’anno 1963 – il TS+FF ha sempre avuto un occhio di riguardo per i media che guardano oggi al fantastico: cinema, televisione, letteratura, fumetti, musica, insomma arte in tutte le sue espressioni. Per ogni appassionato (e non solo) si tratta di un festival importantissimo – imperdibili anche gli “Incontri di Futurologia” in collaborazione con le istituzioni scientifiche triestine. Il Trieste Science+Fiction Festival è suddiviso in tre concorsi internazionali: il Premio Asteroide, assegnato al miglior film mondiale di fantascienza per regista emergente, e due Premi Méliès d’argento per il migliore lungometraggio e cortometraggio europei. Le migliori produzioni nazionali saranno ospitate in una particolare sezione, Spazio Italia, per dare loro il giusto rilievo. Il 3 novembre, nella giornata finale del TS+FF sarà assegnato anche il premio Asteroide alla carriera ad un “maestro del fantastico”. In passato – tra i diversi nomi – sono stati premiati registi, attori, scrittori o fumettisti come Pupi Avati, Dario Argento, Lamberto Bava, Terry Gilliam, Enki Bilal, Joe Dante, Christopher Lee, Roger Corman, George Romero, Alfredo Castelli, Gabriele Salvatores, Alejandro Jodorowsky, Bruce Sterling e Rutger Hauer. Quest’anno verrà premiato lo specialista di effetti speciali Phil Tippett, vincitore di due Premi Oscar e famoso per i tanti film cui a messo mano, da Il ritorno dello Jedi a Jurassic Park, da Piranha a Il drago del lago di fuoco, fino ai Robocop 1 e 2. Il suo “Tippett Studio” (con sede in California fin dal 1984) è stato fondamentale per la riuscita di film come Hellboy, Matrix, Constantine e Cloverfield.

Tippett avrà un duplice omaggio: il documentario Phil Tippett: Mad Dreams and Monsters di Gilles Penso e Alexandre Poncet, che sarà presente alla proiezione, e Starship Troopers di Paul Verhoeven.

Trieste è ormai pronta ad accogliere anche questo anno i tantissimi appassionati nei luoghi della manifestazione: il Politeama Rossetti, la Casa del Cinema di Trieste, il Teatro Miela e il Cinema Ariston. Noi cercheremo di ragguagliarvi coi migliori “consigli per gli acquisti”. Intanto si può dare un’occhiata al ricco menu del TS+FF collegandosi al sito ufficiale (www.sciencefictionfestival.org.) per quanto riguarda sia le informazioni logistiche sia i dettagli su tutti gli eventi, le sezioni collaterali e tutte le altre iniziative del festival.

Autore: Lavinia Pedretti

Condividi