Undici pioniere del calcio. ‘Ladies Football Club’ di Stefano Massini (ed. Mondadori), in libreria dal 1° ottobre

,   

Stefano Massini

Ladies Football Club

Ed. Mondadori

Genere: Narrativa Contemporanea

ISBN: 9788804719540

180 pagine

Prezzo: € 16,00

Cartaceo

In vendita dal 1 ottobre 2019

 

Massini inventa le vite di undici donne fenomenali, ognuna con la sua idiosincrasia, il suo sogno, la sua paura. Alternando leggerezza, ironia e commozione, travolge il lettore nella dirompente epopea di un gruppo di pioniere che osa sfidare gli uomini sul terreno maschile per eccellenza: il campo da calcio.

È una bella giornata d’aprile del 1917. Le operaie della Doyle & Walker Munizioni di Sheffield stanno mangiando i loro sandwich nel cortile della fabbrica. I mariti, i fratelli, i padri sono al fronte, e loro assemblano le granate, i proiettili e le bombe per armare l’esercito. Ma quel giorno, trovando un pallone abbandonato in cortile, Rosalyn, Violet, Olivia e le altre cominciano a giocare. Piano piano ci prendono gusto, si distribuiscono i ruoli, affinano la tecnica, finché il padrone le nota e propone loro di disputare una vera partita. Sarà la prima di una lunga serie: in assenza dei campionati maschili, il calcio femminile in quegli anni avrà la sua prima stagione d’oro e conquisterà l’affetto e il seguito del pubblico. Meno gradito risulterà alle istituzioni maschili del calcio che, a guerra finita, faranno di tutto per rimettere le donne al loro posto. Massini, ispirandosi alla storia vera delle prime squadre di calcio femminili, inventa le vite di undici donne fenomenali, ognuna con la sua idiosincrasia, il suo sogno, la sua paura. Alternando leggerezza, ironia e commozione, travolge il lettore nella dirompente epopea del gruppo di pioniere che ha osato sfidare gli uomini sul terreno maschile per eccellenza: il campo da calcio.

 

“Il giorno 6 aprile dell’anno 1917, la radio dal fronte annunciava nuovi morti, gli Stati Uniti entravano in guerra e il compagno Lenin preparava la Rivoluzione Russa. Ma nessuna di queste tre cose ci interessa oggi. A noi preme che il 6 aprile dell’anno 1917, durante la pausa pranzo, undici operaie della Doyle & Walker Munizioni cominciarono a correre dietro un pallone. Non sapevano che più o meno nello stesso istante, a Liverpool, anche per altre ragazze della Dick Kerr’s stavano per mettere insieme un team leggendario del calcio femminile, facendo parlare di sé per decenni. Le nostre undici operaie di Sheffield, viceversa, non le ricorda nessuno, forse perché finirono di giocare a calcio più o meno dopo un anno; alla fine della guerra. Una storia breve, la loro, ma intensa. Di quelle che ti chiedi se siano realtà o leggenda, e in fin dei conti chi se ne importa, purché la si racconti ancora. ”

Stefano Massini, Robinson la Repubblica

 

Stefano Massini è lo scrittore italiano vivente più rappresentato sui palcoscenici di tutto il mondo, tradotto in ventiquattro lingue, celebrato da Broadway al West End di Londra, portato in scena dal premio Oscar Sam Mendes. Nel 2015, dopo il grande successo del suo trittico diretto da Luca Ronconi, viene nominato consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano. Il suo romanzo Qualcosa sui Lehman (Mondadori, 2016), tradotto in vari paesi, è stato uno dei libri più acclamati degli ultimi anni (premio Selezione Campiello, premio SuperMondello, premio De Sica e ora il Prix Médicis e il Prix Meilleur Livre Étranger in Francia). Il suo secondo romanzo è L’interpretatore dei sogni (Mondadori, 2017).

Autore: Redazionale

Condividi