Un suicidio continuamente interrotto. ‘Permafrost’ di Eva Baltasar, ed. Nottetempo, in libreria dal 26 settembre

,   

Eva Baltasar

Permafrost

  • traduzione: Amaranta Sbardella
  • pagine: 128 – 14×20
  • ISBN: 9788874527687
  • Data Pubblicazione: 26/09/2019
  • collana: narrativa

A Barcellona una donna di quarant’anni racconta in prima persona la sua vita attraverso memorie intime dalla prima infanzia al presente. Cresciuta in una famiglia borghese con genitori oppressivi e con una sorella sempre sorridente grazie ai farmaci e a una vita “normale”, studia Storia dell’Arte per poi vivacchiare di giornalismo ed espedienti. Costantemente in bilico tra amore, in particolare quello travolgente e violento per Roxanne, e morte, i delicati frammenti dell’esistenza della donna sono scanditi da maldestri tentativi di suicidio, raccontati con disincanto e fredda ironia. Il permafrost, lo strato di ghiaccio permanente, è quello che copre la vita e l’intimità di una persona che racconta con onestà e coraggio i tentativi di spezzare le false verità del mondo che la circonda. Permafrost è il bruciante racconto di un’esistenza diversa, attraente e selvatica, narrato con voce unica, ricca e sfacciatamente femminile.

Eva Baltasar è una poetessa e scrittrice catalana. Permafrost, vincitore nel 2018 del Premio Librai Catalani, è il suo primo romanzo ed è stato tradotto in spagnolo da Penguin Random House.

Autore: Redazionale

Condividi