Milo Rau al Piccolo Teatro di Milano, “The Repetition, Histoire(s) du théâtre” – dall’8 al 10 maggio

  

Dall’8 al 10 maggio al Piccolo Teatro Strehler

Milo Rau al Piccolo Teatro

The Repetition, Histoire(s) du théâtre (I)

Un’inchiesta in forma di spettacolo sul passato, presente e futuro della più antica forma d’arte dell’umanità, il teatro: con The Repetition, Histoire(s) duthéâtre (I),al Piccolo Teatro Strehler dall’8 al 10 maggio, il drammaturgo e regista Milo Rau prosegue nel lavoro di ricerca su uno dei temi fondamentali del suo percorso artistico: la questione della rappresentatività in scena della violenza.

 In una notte di aprile del 2012, un uomo di nome IhsaneJarfi parla per qualche tempo con un gruppo di ragazzi in una Polo grigia, all’angolo di una via di Liegi, davanti a un bar gay. Due settimane più tardi, il suo cadavere è rinvenuto al limitare di un bosco. È stato torturato per ore e assassinato con inaudita violenza.

Milo Rau ha tratto spunto da quella vicenda per ricostruirla in teatro con attori professionisti e non.«Punto di partenza del mio lavoro è come la realtà può essere influenzata dal teatro e, al contrario, come possa essere rappresentata sulla scena» dichiara il regista e drammaturgo.

Fin dai suoi esordi, il teatro è stato luogo di evocazione dei morti, un’esperienza rituale e catartica all’interno della quale si consumavano crimini. Nella prima parte della serie Histoiresduthéâtre, progetto di Milo Rau dedicato all’essenza, alla storia e al futuro del teatro, il regista e drammaturgo affronta la forma del ‘tragico’ come rappresentazione allegorica della criminologia.

Cosa c’è all’origine di un crimine? Premeditazione o coincidenza? Quale intrigo conduce all’omicidio? Chi sarà sacrificato? Per quali ragioni? Chi punisce gli assassini? Che ruolo gioca il pubblico? Qual è la colpa della collettività? Con gli attori Sara de Bosschere, Sébastien Foucault e Johan Leysen, un gruppo di testimoni e attori dilettanti, Milo Rau parte alla ricerca di un crimine capitale e delle emozioni fondamentali dell’esperienza tragica: perdita e tristezza, disastro e paura, crudeltà e terrore, tradimento e sfiducia. Racconta l’agonia di una città che, dopo un declino economico all’apparenza impercettibile, affonda gradualmente nella violenza e nella disperazione.

Gli attori si immergono nello straordinario e negli abissi della vita e del teatro, calandosi nei ruoli dei protagonisti di un episodio di cronaca nera: ne emerge un manifesto per un teatro democratico del reale.

 

Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M 2 Lanza)

dall’8 al 10 maggio 2019

The Repetition

Histoire(s) duthéâtre (I)

ideato e diretto da Milo Rau
testo a cura di Milo Rau e della compagnia
drammaturgia e ricerche Eva-Maria Bertschy
scene e costumi Anton Lukas
video MaximeJennes, Dimitri Petrovic
suono Jens Baudisch, luci JurgenKolb
con Sara de Bosschere, Sébastien Foucault,

Johan Leysen, Tom Adjibi, Suzy Cocco, Fabian Leenders
produzione International Institute of Policital Murder (IIPM),

Création Studio Théâtre National Wallonie-Bruxelles
con ilsupporto di Hauptstadtkulturfonds Berlin, Pro Helvetia,

Ernst GöhnerStiftung e Kulturförderung Kanton St.Gallen
coproduzione Kunstenfestivaldesarts, NTGent, le ThéâtreVidy-Lausanne,

le Théâtre Nanterre-Amandiers, Tandem Scène Nationale Arras Douai,

Schaubühne am LehninerPlatz Berlin, le Théâtre de Liège,

MünchnerKammerspiele, KünstlerhausMousonturm Frankfurt a. M.,

Theater Chur, Gessnerallee Zürich, Romaeuropa Festival
production management MaschaEuchner-Martinez, Eva-Karen Tittmann
Team tecnico per la tournée: camera MaximeJennes; luci Sylvain Faye;

suono Jens Baudisch; sovratitoli François Pacco

 

Spettacolo in francese e fiammingo con sovratitoli in italiano

Età consigliata: a partire dai 16 anni

Orari: mercoledì e venerdì, ore 20.30; giovedì, ore 19.30

Durata: 100 minuti senza intervallo

Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

Autore: Redazionale

Condividi