Dal 24 al 26 maggio torna a Roma ARF! Il Festival del Fumetto

,   

il Fumetto torna protagonista

Dal 24 al 26 maggio 2019 torna a Roma ARF! il Festival del Fumetto a Roma.
ARF! è la festa di chi i fumetti li legge e li fa. Di chi li pubblica. Di chi li colleziona. Di chi li ama. Tre giorni di immersione totale nel racconto per immagini, nelle Storie, nei Segni e nei Disegni.

Centinaia di fumettisti e illustratori, editori, autoproduzioni, imperdibili lezioni aperte con i grandi maestri, incontri, masterclass, opportunità professionali, anteprime esclusive, mostre, performance dal vivo. E un’Area Kids per i lettori di domani, ricca di laboratori creativi e ad ingresso gratuito fino ai 12 anni.

È il 30 settembre 1948 quando nelle edicole italiane debutta il primo albo a striscia di Tex, il personaggio creato da Gianluigi Bonelli e realizzato graficamente da Aurelio Galleppini, destinato a diventare il più amato eroe del fumetto italiano e uno dei più longevi del fumetto mondiale.

Settant’anni dopo, Sergio Bonelli EditoreCOMICON e ARF! Festival celebrano il ranger portando a Roma la grande mostra dal titolo TEX. 70 ANNI DI UN MITO, aperta dal 24 maggio 2019 al 14 luglio 2019 al MATTATOIO – TESTACCIO.

Curata da Gianni Bono, storico e studioso del fumetto italiano, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore, COMICON e ARF! Festival, la mostra racconterà come Tex sia riuscito ad entrare a far parte delle abitudini di lettura degli italiani trasformandosi negli anni in un vero e proprio fenomeno di costume.

Disegni, fotografie, materiali rari e talvolta mai visti prima

Un viaggio per ripercorrere l’epopea di Tex Willer, che è anche quella della Frontiera americana, dalla sua creazione ai giorni nostri, attraversando gli eventi e i personaggi della serie e gli straordinari artisti della matita e del pennello che hanno reso Tex il mito che noi tutti conosciamo.
Dal 1948 quindi, alle più recenti incarnazioni del personaggio simbolo della Sergio Bonelli Editore, il viaggio prosegue attraverso le splendide tavole realizzate, tanto nel formato cartonato alla francese quanto nel classico formato Bonelli, da artisti straordinari come Mario AlbertiStefano AndreucciMaurizio DottiCorrado Mastantuono e Bruno Brindisi, che accompagneranno i visitatori tanto al cospetto di quel Tex ormai parte dell’immaginario collettivo, quanto delgiovane Tex Willer, protagonista di storie raccontate da Mauro Boselli e ambientate all’origine del mito quando, quello che sarebbe diventato il più famoso ranger del west, era ingiustamente accusato di essere un fuorilegge.

L’esposizione che ripercorre i 70 anni di Tex è quindi destinata agli appassionati di ogni età, ma è pensata anche per chi si volesse avvicinare per la prima volta al mondo grintoso, antirazzista e nemico di ogni ingiustizia di Tex e di suo figlio Kit Willer, del simpaticamente burbero Kit Carson e del fiero navajo Tiger Jack.

Un esclusivo catalogo a cura di Sergio Bonelli Editore ricco di materiali rari, disegni e approfondimenti legati alla storia del Ranger e un ricco calendario di incontri con autori legati al mondo di Tex vi attendono per il più importante omaggio mai dedicato ad Aquila della Notte.

CORPI PERICOLOSI – Maneggiare con cautela

L’autoproduzione torna in prima linea all’ARF! Festival, e presenta quest’anno diverse novità tra cui una mostra molto speciale: una doppia personale che introduce al grande pubblico due artisti che operano nel mondo delle produzioni indipendenti e che, al primo impatto, possono apparire molto diversi.

Uno sguardo più approfondito alle opere di Gloria Pizzilli e Tommy Gun rivela tuttavia che, al di sotto delle innegabili differenze, i due autori dialogano tanto sul piano visionario quanto nello studio del corpo e delle anatomie dei loro personaggi.

L’attenzione che entrambi dedicano al disegno del corpo non è volta alla ricerca di un’armonia delle forme né esclusivamente a una rappresentazione realistica dell’anatomia umana; piuttosto, è orientata a esplorare le infinite possibilità che il movimento e l’immaginazione imprimono nella “materia corporea”. Nei disegni di Gloria e Tommy i personaggi ruotano le anche, contorcono gli arti, svuotano il viso spingendosi fino a oltrepassare i limiti imposti dalla natura per esplodere, fluttuare nel vuoto, trasformarsi in qualcosa di diverso dall’originario.

Assenza di gravità, deflagrazione, entropia, caos sono temi che, seppure con risultati nettamente diversi, soggiacciono al segno dei due artisti accomunati anche da un virtuosismo stilistico a tratti ineccepibile. Ulteriore punto di raccordo delle opere di Gloria Pizzilli e Tommy Gun è la sensazione di perdizione, a tratti quasi di violenza, che lo spettatore ne ricava. Non siamo di fronte a storie e disegni che vogliono rassicurare chi le guarda; al contrario, la scompostezza delle forme proposte è studiata per far accendere un campanello di allarme e dare un segnale di pericolo. Le donne di Gloria sono bellissime e fatali: indossano abiti fatti di teschi e lame, si trasformano in tentacoli, giocano ad avvinghiare gli amanti con capelli simili a liane. Altrettanto pericolose sono le composizioni di Tommy che ricreano un universo di ispirazione marcatamente underground fatto di occhi vuoti, arti monchi e volti prosciugati come il guscio di un’arachide.

ALL STAR QUITELY – La mostra

Per la prima volta assoluta in Italia, Frank Quitely presenta all’ARF! la sua mostra in esclusiva nazionale.

Amatissimo in tutto il mondo, il disegnatore scozzese è riuscito a distinguersi nel comicdom internazionale grazie ad un tratto originale, un perfetto equilibrio tra la linea chiara francese e la composizione cinetica del fumetto supereroistico (DC Comics, Marvel, Vertigo e Image), coniugando senza soluzione di continuità l’eleganza di uno stile “autoriale” tutto europeo al ritmo e alla potenza delle più importanti icone del fumetto americano: SupermanBatman & Robin, i nuovi X-Men, ma anche tanti altri personaggi di culto come The AuthoritySandman e Gli EterniJupiter’s LegacyWe3 o Flex Mentallo, prestando le proprie matite alle più grandi firme della scrittura contemporanea, da Neil Gaiman a Grant Morrison, da Warren Ellis a Mark Millar.

ALL STAR QUITELY vi aspetta dal 24 al 26 maggio 2019al Mattatoio di Roma.

Frank Quitely incontrerà il pubblico italiano durante il festival.–

Autore: Redazionale

Condividi