Genova Teatro della Tosse | Premio Scenario 2019 28-30 aprile

  

Teatro della Tosse

Genova, dal 28 al 30 aprile

PREMIO SCENARIO 2019

ASSOCIAZIONE SCENARIO

in collaborazione con

TEATRO DELLA TOSSE

presenta

PREMIO SCENARIO 2019

nuovi linguaggi per la ricerca e l’inclusione sociale

17 ª edizione

SECONDA TAPPA DI SELEZIONE

genova, teatro della tosse

28,29,30 APRILE 2019

Ingresso libero, fino a esaurimento posti

 

 42 PROGETTI IN GARA PER L’AMMISSIONE ALLA FINALE DEL PREMIO SCENARIO,

IL PIÙ PRESTIGIOSO CONCORSO NAZIONALE RISERVATO AI GIOVANI ARTISTI

21 SARANNO PRESENTATI ALLA SECONDA TAPPA DI SELEZIONE AL TEATRO DELLA TOSSE DI GENOVA

 

Si svolgerà al Teatro della Tosse di Genova, domenica 28, lunedì 29 e martedì 30 aprile, la seconda Tappa di Selezione della 17ª edizione del Premio Scenario, dedicato ai nuovi linguaggi per la ricerca e per l’inclusione sociale, promossa e realizzata dall’Associazione Scenario, con il contributo di MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Dalla stagione 2013/2014 il Teatro della Tosse è entrato a far parte dell’Associazione Scenario diventando il presidio territoriale del premio per la zona della Liguria e del Basso Piemonte.

L’Associazione Scenario è nata nel 1987, con lo scopo di promuovere e valorizzare la cultura teatrale con particolare riferimento alle esperienze di nuova drammaturgia portate avanti dai giovani artisti di teatro, gli stessi presupposti che da anni animano le stagione della Tosse.

La Tappa di Selezione, aperta al pubblico con ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, si svolgerà nelle giornate di domenica 28 aprile (ore 14.00-19.00), lunedì 29 aprile (ore 10.00-18.20) e martedì 30 aprile (ore 9.00-12.20).

Nuova sezione del Premio che si inaugura con la presente edizione è Il Premio Scenario Periferie, rivolto a progetti teatrali incentrati su tematiche inerenti l’interculturalità, la marginalità e l’inclusione sociale, con lo scopo di promuovere esperienze teatrali che rappresentino un antidoto al disagio delle periferie, intese non solo come margini urbani, ma più ampiamente come margini sociali, economici, ambientali e culturali. Il Premio Scenario e il Premio Scenario Periferie si presentano strettamente interconnessi, condividendo le medesime fasi di selezione e valutazione, per confluire entrambi nella Generazione Scenario 2019.

Alla 17a edizione del Premio Scenario si sono candidati 120 progetti, valutati dall’Associazione Scenario attraverso 9 Commissioni distribuite sul territorio nazionale, che hanno selezionato 42 semifinalisti. La Tappa di Napoli al Teatro Bellini, e quella di Genova al Teatro della Tosse, presentano 21 progetti ciascuna.

I progetti che saranno presentati a Genova provengono da Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Sardegna: 13 sono i candidati al Premio Scenario, 8 al Premio Scenario Periferie. Si tratta di studi scenici originali della durata di venti minuti, proposti da giovani al di sotto dei trentacinque anni, fra i quali l’Osservatorio critico selezionerà i partecipanti alla Finale del Premio, che si svolgerà a Bologna nell’ambito della seconda edizione di Scenario Festival (3-5 luglio 2019).

L’Osservatorio critico è formato da soci dell’Associazione Scenario e da due membri esterni: Diego Dalla Via (drammaturgo e attore) e Daniele Del Pozzo (direttore Gender Bender festival).

Al termine della Finale la Giuria assegnerà un premio di 8.000 euro ai vincitori di ciascuna sezione, come sostegno produttivo ai fini del completamento dello spettacolo.

Da sempre impegnata ad accogliere le proposte delle giovani generazioni e a valorizzarne i nuovi linguaggi, le nuove idee, i nuovi progetti e visioni di teatro, l’Associazione Scenario, diretta da Cristina Valenti (presidente) e Stefano Cipiciani (vice presidente), promuove dal 1987 l’omonimo premio biennale, che ha contribuito a far emergere artisti che sono diventati o si stanno rivelando tra i più interessanti della scena italiana contemporanea.

Attualmente l’Associazione conta 33 strutture associate, ampiamente distribuite sul territorio nazionale e appartenenti all’ambito del teatro di innovazione, nelle aree del “teatro ragazzi” e del “teatro di ricerca e sperimentazione”.

Molti gli artisti e le compagnie che, nelle sue diciassette edizioni, il Premio Scenario ha individuato e contribuito a imporre all’attenzione del panorama nazionale della ricerca. Per citare alcuni nomi (in ordine cronologico): Paolo Migone, Gigi Gherzi, Carlo Bruni, Mariano Dammacco, Scena Verticale, Teatro dei Sassi, Davide Iodice, Anna Redi, Alma Rosè, Erbamil, Teatro delle Ariette, Domenico Castaldo, Patrizio Dall’Argine, Sergio Longobardi, Paolo Mazzarelli, Davide Enia, Emma Dante (vincitrice con la Compagnia Sud Costa Occidentale di Palermo, dell’ottava edizione del Premio, che l’ha rivelata con lo spettacolo mPalermu) e, più recentemente: M’Arte, Habillé d’Eau, Teatro Minimo, Nanou Teatro, Berardi e Colella, Teatro Sotterraneo, Taverna Est, Francesca Proia, Decimopianeta, Babilonia Teatri (vincitori nel 2007 con lo spettacolo made in italy che li ha rivelati), Pathosformel, Teatrialchemici, Codice Ivan, Marta Cuscunà, Anagoor (segnalati nello stesso anno con Tempesta), Odemà, Matteo Latino, Carullo-Minasi, foscarini:nardin:dagostin, ReSpirale Teatro, Fratelli Dalla Via, Collettivo InternoEnki, nO (Dance first. Think later), Beatrice Baruffini, Mad in Europe, Caroline Baglioni, DispensaBarzotti, Mario De Masi, Liv Ferracchiati/The Baby Walk, Barbara Berti, Shebbab Met Project.

L’Associazione Scenario è formata dai soci:

Ancona AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali; Bari Teatri di Bari – Consorzio Società Cooperativa Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Bassano del Grappa Operaestate Festival Veneto; Bergamo Il Teatro Prova; Bologna Centro di Promozione Teatrale La Soffitta, Teatri di Vita; Cagliari Cada Die Teatro, Sardegna Teatro Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Cascina Fondazione Sipario Toscana Onlus La Città del Teatro Centro di Produzione Teatrale; Empoli Giallo Mare Minimal Teatro; Faenza Teatro Due Mondi; Forlì Accademia Perduta/Romagna Teatri Centro di Produzione Teatrale; Genova Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse Onlus Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Milano ATIR Teatro Ringhiera, Teatro del Buratto Centro di Produzione Teatrale, Campo Teatrale, Fondazione Palazzo Litta per le Arti Onlus Manifatture Teatrali Milanesi Centro di Produzione Teatrale; Modena TIR Danza; Napoli Teatro Bellini Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Oppeano Babilonia Teatri; Parma Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti Centro di Produzione Teatrale; Perugia Fontemaggiore Soc. Coop. Centro di Produzione Teatrale; Pescara Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale; Piacenza Teatro Gioco Vita Centro di Produzione Teatrale; Ravenna Ravenna Teatro Centro di Produzione Teatrale; Roma Area 06, Sala Umberto; San Lazzaro di Savena Compagnia Teatro dell’Argine; Teramo ACS Abruzzo Circuito Spettacolo; Torino Fondazione Teatro Piemonte Europa/Festival delle Colline Torinesi Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Udine CSS Teatro Stabile di innovazione del FVG Centro di Produzione Teatrale; Valsamoggia Teatro delle Ariette; Vicenza La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale.

 

calendario

 

domenica 28 aprile

 

ore 14.00                             La difficilissima storia della vita di Ciccio Speranza*

Sala Agorà                            Compagnia Les Moustaches (Fara Gera d’Adda, Bg)

 

ore 14.50                             LORO – sono come tu mi vuoi *

Sala Campana                       Collectif Corps Citoyen (Milano)

 

ore 15.40                             ZTL – Zona a Traffico Limitato*

Sala Trionfo                          Andrea Rampazzo (Ponte San Nicolò, Pd)

 

ore 16.30                             In Campo

Sala Agorà                            Collettivo Bragora (Bologna)

 

ore 17.20                             La banca dei sogni*

Sala Campana                       Domesticalchimia (Milano)

 

ore 18.10                             Bob Rapsody       

Sala Trionfo                          Carolina Cametti (Milano)

 

ore 19.00                             Mezzo chilo

Sala Agorà                            Serena Guardone (Capezzano Pianore, Lu)

 

Negli intervalli l’Osservatorio critico incontra le compagnie

 

lunedì 29 aprile

 

ore 10.00                             Calcinacci*

Sala Trionfo                          Usine Baug Teatre (Bresso, Mi)

 

ore 10.50                             #nuovipoveri

Sala Agorà                            Guinea Pigs (Milano)

 

ore 11.40                             Ci sveglieranno all’alba*

Sala Campana                       Sa.Ma (Imola, Bo)

 

 

ore 12.30                             Una Vera Tragedia

Sala Agorà                            Favaro / Bandini (Milano)

 

ore 15.00                             Oppio

Sala Agorà                            Michele Pagliaroni (Urbino)

 

ore 15.50                             Estinzione

Sala Trionfo                          ORTIKA / Massari / Osella (Torino)

 

ore 16.40                             L’inganno*

Sala Agorà                            Alessandro Gallo / caracò teatro (Bologna)

 

ore 17.30                             All you can eat

Sala Campana                       Agnese Fois e Noemi Medas (Capoterra, Ca)

 

ore 18.20                             Orpheus / partitura scenica per corpi morti

Sala Trionfo                          Federico Gagliardi (Verbania)

 

Negli intervalli l’Osservatorio critico incontra le compagnie

 

martedì 30 aprile

 

ore 9.00                                Notte

Sala Trionfo                          Camilla Monga (Garda, Vr)

 

ore 9.50                                Charlie

Sala Agorà                            Vilabertran (Milano)

 

ore 10.40                             Diario di un dolore

Sala Agorà                            Francesco Alberici (Peschiera Borromeo, Mi)

 

ore 11.30                             Anticorpi / sulla necessità dello sguardo*

Sala Trionfo                          bolognaprocess (Agropoli, Sa)

 

ore 12.20                             Nel ventre della balena

Sala Campana                       Alessandro Padovani (Pedavena, Bl)

 

Negli intervalli l’Osservatorio critico incontra le compagnie

 

*Premio Scenario Periferie

Autore: Redazionale

Condividi