‘Maria Callas Master Class’, con Mascia Musy, dal 21 febbraio al Teatro Duse di Genova

  

DAL 21 AL 24 FEBBRAIO 2019 | GENOVA TEATRO DUSE

MARIA CALLAS MASTER CLASS

di TerrenceMcNally

con Mascia Musy

versione italiana Rossella Falk

regia Stefania Bonfadelli

Maria Callas Master Class è un omaggio alla vita, al fascino, all’eleganza e all’arte di colei che per molti è stato il più grande soprano di tutti i tempi. Lo spettacolo, scritto nel 1995 dal drammaturgo e sceneggiatore statunitense Terrence McNally, vinse quattro Tony Awards (Oscar del teatro) e in quegli anni fu portato in scena in Italia da Rossella Falk che ne curò anche la versione italiana.

Nel nuovo allestimento che arriva dopo una lunga tournée al Teatro Duse di Genova, a interpretare la Divina c’è Mascia Musy che, in anni di teatro, ha ottenuto molti importanti riconoscimenti come attrice protagonista (premio Gassman, premio Ubu).In scena con lei,nel doppio ruolo di attori-cantanti, i soprani Sarah Biacchi e Chiara Maione, il tenore Andrea Pecci e il pianista Diego Moccia.

La pièce focalizza l’attenzione sulle lezioni che la Callas tenne alla Juilliard School Music di New York, dopo essersi ritirata dalla scena.

La cantante di origine greca rievoca la propria leggenda pubblica e privata, mentre si diletta a usare come “cavie” gli allievi che seguono le sue lezioni. Il suo pensiero torna alle difficoltà degli inizi, al periodo della fame e della bruttezza, alle battaglie per sopravvivere, alla fatica di una carriera circondata dall’ostilità. Fino ad arrivare all’ascesa al tempio scaligero dove ancora splendono le sue immortali interpretazioni, capaci di illuminare le grandi pagine del melodramma (Puccini, Verdi, Bellini, Bizet)come testimoniano le registrazioni originali, e dove rivivono i tormentati amori con gli uomini della sua vita.

«Quando penso a Maria Callas – racconta la protagonista Mascia Musy – mi viene in mente che la capacità di un essere umano è in funzione della sua meta, che la forza della Callas verso la sua meta è stata così potente e unica che oggi, a più di quarant’anni dalla sua morte, vorremmo ancora legarci per sempre a lei e alle sue corde vocali, ed è con questo sentimento che entro in scena».

Lo spettacolo è in scena al Teatro Duse giovedì 21 alle ore 19.30, venerdì 22 e sabato 23 alle ore 20.30, domenica 24 alle ore 16.

Per ulteriori informazioni: www.teatronazionalegenova.it

 

Autore: Redazionale

Condividi