Le illusioni perdute di Lisa e Sara. ‘Lontano da qui’ di Sara Colangelo, con Maggie Gyllenhaal

,   

Le illusioni perdute di Lisa e Sara. ‘Lontano da qui’ di Sara Colangelo, con Maggie Gyllenhaal

Non conosciamo la qualità degli altri prodotti presentati, ma il premio Miglior Regia al Sundance Film Festival 2018 assegnato a Sara Colangelo ci sembra un po’ eccessivo e benevolo. Regista e sceneggiatrice di origine italiana, qui alla sua seconda prova dietro la macchina da presa realizzata dopo il deludente drammone Little Accidents (2014) mai uscito in Italia, dimostra discreta tecnica ma non certo qualità tali da fare meritare un premio di buon prestigio come questo.

Remake dell’omonimo The Kindergarten Teacher (2014) – in originale Haganenet – dell’israeliano Nadav Lapid, il film racconta la trasformazione di una donna tranquilla che ha imboccato l’inarrestabile corsa verso la mezza età ed è scontenta della sua vita e innamorata della creazione intellettuale, limitata nei propri sogni dall’incapacità di diventare davvero una poetessa.  L’approccio della Colangelo lascia poco spazio alla creatività limitando a zero o poco più l’originalità. Prende pari pari la storia del film di Lapid (cambia solo la nazionalità del ragazzino) e la propone in veste statunitense abbandonando una certa lievità e senso poetico dell’opera dal sapore europeo realizzata da Lapid in una coproduzione con la Francia.

La protagonista vorrebbe diventare un’artista e dopo cena frequenta un corso di poesia in cui la sua mediocrità non le permette né di soddisfare il docente né se stessa. E’ frustrata, sempre più lontana dal marito e dai figli che non la possono capire, chiusa in un suo mondo che non le permette di avere una vita normale.  Un giorno rimane incantata dal talento innato di un suo giovane allievo – 5 anni, di origine indiana e con famiglia tradizionalista che lo castra in ogni sua ‘diversità’ da quelle che sono le loro aspettative – capace di scrivere con grande naturalezza le poesie che lei ha sempre sognato di poter creare. Decide di coltivare il talento del bambino, assolutamente non compreso dai genitori, e di proteggerlo dall’indifferenza della società, oltrepassando i limiti che il suo compito di insegnante le impongono.  Perde il contatto con la realtà di tutti i giorni tentando di plagiare il piccolo allievo rischiando anche gravi conseguenze legali.

Interpretato con vigore e in maniera convincente da Maggie Gyllenhaal (presente anche tra i produttori), il secondo lungometraggio di Sara Colangelo non è mai in grado di coinvolgere emotivamente, ha una freddezza che danneggia ogni cosa e che non permette di vivere davvero questo dramma di cui è inconsapevole vittima il poeta in erba. Non basta parlare di questa forma di espressione artistica per riuscirne a trasfondere la lievità nella struttura narrativa, spesso la buona volontà non viene premiata da un valido risultato finale.  Non aiuta all’economia del prodotto uno spaesato Gael García Bernal incapace di credere a quello che fa e che dice.

Soprattutto nei comprimari manca assoluta credibilità nella costruzione di personaggi che sono degli stereotipi poco riusciti e presi di peso da altri film. Della regista sappiamo poco ma sicuramente quello che traspare da questo suo secondo tentativo sul grande schermo è una sua incapacità – non tecnica – nel realizzare film che possano donare qualcosa agli spettatori.  E’ l’unica responsabile del prodotto e con la sua poca esperienza riesce a sbagliare molto.  Presentato al Sundance dove ha conquistato uno dei premi più prestigiosi, negli USA ed in Canada non ha ottenuto distribuzione cinematografica ed è visibile tramite la piattaforma Netflix.  Tra lei e la sua protagonista ci sono varie affinità, non ultima la mediocrità ed il desiderio di esprimersi in maniera completa con l’arte: due donne che sognano, probabilmente, l’impossibile.

Scheda film:

Titolo: Lontano da qui

Titolo originale: The Kindergarten Teacher

Genere: drammatico

Regia: Sara Colangelo

Paese/Anno: USA, 2018

Sceneggiatura: Sara Colangelo, Nadav Lapid dalla sua sceneggiatura di The Kindergarten Teacher (Haganenet, 2014)

Fotografia: Pepe Avila del Pino

Montaggio: Lee Percy, Marc Vives

Scenografia: Mary Lena Colston, Melanie Merrill

Costumi: Vanessa Porter

Colonna sonora: Asher Goldschmidt

Interpreti: Maggie Gyllenhaal, Parker Sevak, Gael García Bernal, Anna Baryshnikov, Rosa Salazar, Michael Chernus, Ato Blankson-Wood, Libya Pugh, Carter Kojima, Jillian Panlilio, Noah Rhodes

Produzione: Maggie Gyllenhaal, Osnat Handelsman-Keren, Talia Kleinhendler, coprodotto da Meriam Alrashid, Ged Dickersin per Pie Films, Maven Pictures, Paperchase Films, Pia Pressure in associazione con Farcaster Films, Imagination Park Entertainment, Manhattan Productions, Piapressure, Studio Mao.

Distribuzione: Officine UBU

Durata: 96 minuti

Data uscita: 13/12/2018

Sito ufficiale: https://www.officineubu.com/film/lontano-da-qui/

 

Autore: Furio Fossati

Condividi