Casa delle Memorie e della Storia, Roma. 3 dicembre, presentazione del libro “Estetica Anestetica” di Carla Guidi

  

Casa delle Memoria e della Storia

Lunedì 3 Dicembre 2018 – ore 17.00

Via San Francesco di Sales, 5 Roma

Presentazione del libro

Estetica Anestetica

Il corpo, l’estetica e l’immaginario nell’Italia

del Boom economico e verso gli anni di piombo

di Carla Guidi

Robin Edizioni, Torino 2018

Introduce:

Bianca Cimiotta Lami – Pres. FIAP Roma Lazio

Intervengomo:

Marco Palladini – Scrittore, attore

Aldo Pavia – Storico,Vicepresidente Nazionale ANED

Valter Sambucini – Fotografo, giornalista

Sarà presente l’autrice Carla Guidi

Presenti le telecamere di Canale 10

 °°°

Dall’immagine di copertina di Valter Sambucini, che ha scritto anche una prefazione, al contenuto del libro di Carla Guidi, una memorialistica a rappresentare soprattutto la gioventù del dopoguerra, resiliente e, nonostante tutto, affamata della vita, sottoposta alla mortificazione estetizzata di un periodo storico-sociale in cui iniziava la vera guerra commerciale ed il bombardamento dell’immaginario collettivo con nuovi accattivanti prodotti, anche addirittura stupefacenti, l’invasione delle plastiche e la distruzione dell’ambiente, l’ambiguità della Pop Art e dei media. Non a caso il libro inizia citando La società dello spettacolo di Guy Debord, che aveva già intuito che proprio la spettacolarità anestetizzante sarebbe diventata “il cattivo sogno della società incatenata” …

La narrazione passa, tra avvenimenti epocali, attraverso una realtà stratificata che copre molti segreti. Dagli anni ‘50/’60 il sesso e la procreazione, insieme alla terribile verità sulla recente guerra che l’Italia contadina aveva perso, insieme alla propria dignità, abbandonata all’interno di un’agonia lunghissima, per infine rivelare come l’occultamento riguardasse i servizi segreti, i Colpi di Stato, gli uomini di Mussolini ancora al potere e mai processati, il vero scopo degli attentati e l’uccisione di personaggi divenuti scomodi.

«Se il ‘68 rappresentò il punto culminante di una parabola sociale di consapevolezza in ascesa, ne seguirà il ‘69 della propria Ombra, quando tutto ciò che non era evidente prima, uscì improvvisamente allo scoperto, mostrando la sua faccia oscura.»

Sono moltissimi i riferimenti storici ed antropologici riferiti nel testo, per dare ai lettori informazioni utili per orizzontarsi e riflettere (nelle intenzioni dell’autrice) evitando una fredda interpretazione per inserirli emotivamente in un dispositivo empatico e narrativo.

http://www.robinedizioni.it/nuovo/estetica-anestetica

Leggi di più su:

https://abitarearoma.it/estetica-anestetica-un-nuovo-libro-di-carla-guidi/

 

Aggiornamento a cura di Luisa Mariani

Autore: Redazionale

Condividi