Preziosità e raffinatezze nella musica di “Magie Barocche” a Catania

, ,   

Preziosità e raffinatezze nella musica di “Magie Barocche” a Catania

Prosegue per tutto il mese di Novembre al Teatro Machiavelli la bella rassegna che ha raggiunto l’8° anno di vita e che vede impegnati nel territorio catanese artisti di musica barocca di fama nazionale ed internazionale. Accolti in luoghi prestigiosi come il palazzo Biscari e la Chiesa di San Giuliano, i valenti musicisti si sono esibiti in un fitto calendario inaugurato in Ottobre con “Agitata”, un eccellente concerto dell’Accademia bizantina, per proseguire con Dino Rubino, artista conclamato, che ha eseguito con la consueta classe al pianoforte “Variazioni d’autore”. A seguire abbiamo gustato la finezza esecutiva della corale Cappella di San Giacomo con Palestrina e alcuni pregevoli brani di repertorio. “La lezione di canto” con uno spiritoso duetto del tenore Luca Dordolo e il mezzosoprano Debora Troìa ha piacevolmente divertito gli spettatori con composizioni di Sances, Ferrari, Kapsberger, brani d’opera di Monteverdi che infarcivano la finta lezione. Con l’Ensemble vocale Eufonia & Ensemble Antonio Il Verso Arianna Art Ensemble “Il sacro ritrovato” ci ha trasportato in atmosfere di grande suggestione e bellezza con Reggio, Scarlatti, Lotti, Perez, Zipoli. Chitarra barocca e percussione a cornice per Cuerdas Y Golpe, con musiche di Sanz, de Murcia, Calvi, Corbetta, eseguite da Luca Marconato e Andrea Piccione.

Ottobre si è concluso con la suggestiva “Il soffio di Partenope: il flauto a Napoli nel XVIII secolo” eseguito con perizia dall’Ensemble Barocco di Napoli. Da Novembre la rassegna prosegue al Teatro Machiavelli in un fertile sodalizio con l’Università degli studi e la Fondazione Lamberto Pugelli. La prestigiosa concertistica infatti sarà affiancata da corsi di perfezionamento tenuti dai concertisti ospiti della rassegna. Un’occasione per i giovani musicisti di affinare le loro competenze in una dimensione particolarmente stimolante. Il primo concerto del mese ha visto infatti i due esecutori Gabriele Cassone e Antonio Frige dell’Ensemble Pian&Forte, impegnati sui due fronti, concludere il master con la consegna dei diplomi agli allievi e il concerto “Suoni di festa”, un’esecuzione magistrale al clavicembalo, organo e tromba naturale di Viviani, Borgo, Cima e Vivaldi di straordinarie musiche evocative di fasti e feste. Suoni d’altra vita e d’altri tempi, forti suggestioni suggerite da rara strumentistica e altrettanto inconsuete composizioni che amiamo ritrovare in così larga misura e qualità. Da non perdere.

Il prossimo concerto Sabato 10 Novembre con Scarlatti eseguito da Enrico Pieranunzi.

Autore: Anna Di Mauro

Condividi