L’Uomo maturo ha un futuro nel teatro underground di Steve Cable. Un inglese alla corte dei miracoli di Catania

,   

L’Uomo maturo ha un futuro nel teatro underground di Steve Cable. Un inglese alla corte dei miracoli di Catania

Umorismo graffiante e poetico nel bel monologo “Uomo maturo” di e con Steve Cable in scena al teatro “Roots” che apre la rassegna “Undergrounds rivers” per la nuova stagione di Teatro Argentum Potabile.

Vorticante narrazione dalle fasce alla maturità di un “viaggiatore” inglese del XXI secolo, approdato nella nostra isola e nello specifico nel territorio della “Repubblica autonoma di Catania”. Steve, così si chiama il narratore, ci racconta con sapida ironia e ritmo serrato la sua vita fino al presente storico a Catania, città di elezione, dai primi anni nei college dove iniziano le prime esperienze sessuali, per proseguire con le esperienze teatrali (esilarante l’esordio come Mercuzio shakespeariano), fino alla fondazione di un teatro di ricerca in una città difficile, ribelle e caotica, dove ogni giorno si consumano storie di sopraffazioni, angherie, soprusi, decorati con graffiti a sfondo sessuale, conditi e offerti dallo stile lucido e bonario, ma non troppo, di un uomo che osserva quel vissuto senza scomporsi, anzi trasformando il fatiscente tessuto urbano in laboratorio teatrale permanente.

La sterzata finale verso la poesia e la filosofia della vita arriva quasi inattesa, toccante, ricordandoci il re della risata a sfondo patetico, Charlie Chaplin, con l’invito di Steve ad esserci, accogliere tutto il vissuto, compresi i porno-graffiti come il tormentone scritto reiteratamente sulle più variegate superfici “Uomo maturo c…duro” che dà anche il titolo alla pièce e rende comico-patetico il tentativo di quell’uomo di esistere, anche nella sua povertà lessicale, teso a comunicarci la sua negletta esistenza.

Siamo tutti viaggiatori in questa terra” è il graffito dell’aut-attore, un invito ad aprirsi umanamente e artisticamente alla ricchezza della vita. Il garbo e il tono apparentemente leggero della pièce restituiscono lo sguardo intenso e distaccato di un uomo maturo che sa cogliere con arguzia i segni di una umanità e di una città che soffre e sogna.

UOMO MATURO

Di e con Steve Cable

Produzione Teatro Argentum Potabile

Al teatro “Roots” di Catania

Autore: Anna Di Mauro

Condividi