Il genio di Linguaglossa nella Mostra ‘L’eco del classico’ che irradia Bellezza a Milano

  

Il genio di Linguaglossa nella Mostra ‘L’eco del classico’ che irradia Bellezza a Milano

La rete Nazionale delle Case Museo suggerisce un appuntamento di grande spessore culturale da non perdere. Sarà presente la delegazione del Parco della Valle dei templi. Venerdì 12 ottobre a partire dalle ore 9.30 presso la Sala delle Colonne della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio di Milano (via Edmondo de Amicis 11) si terrà il convegno di approfondimento “Agrigento e Milano. La giornata di studio rientra negli eventi di supporto della mostra “L’eco del classico – La Valle dei Templi di Agrigento allo Studio Museo Francesco Messina di Milano” visitabile fino al 21 ottobre. presso il museo.
La mostra illumina le opere di Francesco Messina con la luce e il respiro della classicità, idea e forma di una visione che rimane, per ampiezza e lucidità di pensiero, paradigma necessario alla contemporaneità.

Come dice Giuseppe Parello, direttore del Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento: “I capolavori del passato, in dialogo con le opere di Francesco Messina, riescono a instaurare dinamiche comunicative attuali e a rivelare come la lettura del mondo classico, nel suo pieno potenziale, sia generatrice di nuove espressioni artistiche”.

Lo scultore, dallo spiccato interesse nei confronti del passato e legato alla Sicilia, sua terra d’origine, spesso si è ispirato per la creazione di sculture a opere archeologiche di cui talvolta emergono evidenti riferimenti. Ne sono esempio fra gli altri l’Efebo del 1959 che dialoga con gli archetipi antichi e il calco in gesso del Guerriero di Agrigento, che rivela una forte affinità formale e conferma l’intrinseca classicità dell’artista.

Lo Studio Museo Francesco Messina accoglie uno straordinario corpus di oltre 150 reperti recentemente rinvenuti nella Valle dei Templi, affiancati a pezzi provenienti dal Museo Pietro Griffo di Agrigento e dalle raccolte della Soprintendenza ai beni Culturali di Agrigento, accompagnate alla collezione di arte antica di Francesco Messina conservata dalla Soprintendenza archeologica milanese, in dialogo con le opere classiche dello scultore siciliano.

Giuseppe Nuccio Iacono

Autore: Redazionale

Condividi