La morte di Burt Reynolds, star degli anni ’70 e ’80

,   

La morte di Burt Reynolds, star degli anni ’70 e ’80

Reso celebre da “Un tranquillo weekend di paura” e dalla serie televisiva statunitense “Hawk” del 1966

*

Il 7 settembre, all’età di 82 anni, è morto Burt Reynolds. Il decesso della star di Hollywood degli anni ’70 e ’80 è stato confermato dall’entourage dell’attore.

E’ con il cuore spezzato che ho detto arrivederci a mio zio oggi”, ha scritto in un comunicato la nipote dell’attore, Nancy Lee Hess.

Reynolds, nato nel 1936, era particolarmente conosciuto per il suo ruolo in “Un tranquillo weekend di paura” del 1972, accanto a Jon Voight, oltre che per il film di Paul Thomas Anderson “Boogie Nights” del 1997. La sua filmografia è, comunque, sterminata.

Reynolds è morto per arresto cardiaco in un ospedale in Florida, come ha confermato all’Hollywood Reporter il suo manager Erik Kritzer.

L’attore aveva debuttato alla fine degli anni ’50 ed era anche passato dietro la camera da presa, realizzando diversi film negli anni ’70 e ’80.

Nel 1998 aveva ricevuto la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione di Jack Horner, un produttore di film pornografici, nel lungometraggio “Boogie Nights”. Non ottenne la statuetta, ma vinse comunque un Golden Globe.

Autore: Redazionale

Condividi