Rassegna “Sere d’Estate in Giardino” allo Spazio Fava di Catania 20 Luglio-7 Agosto 2018

,   

ALLO SPAZIO PIPPO FAVA, IN VIA CARONDA 84, DAL 20 LUGLIO AL 7 AGOSTO 2018 LA RASSEGNA “SERE D’ESTATE IN GIARDINO”, CINQUE APPUNTAMENTI TRA LETTERATURA, TRADIZIONI, MUSICA, OPERA DEI PUPI E TEATRO

 

Catania – Dal 20 Luglio al 7 Agosto 2018, lo Spazio Giardino Pippo Fava di via Caronda 84, a Catania, residenza estiva della compagnia Fabbricateatro, ospita la rassegna “Sere d’Estate in Giardino”, organizzata da Daniele Scalia, Sabrina Tellico e Cinzia Caminiti Nicotra, con l’amichevole collaborazione di Elio Gimbo e Bernardo Perrone.

“Dopo le proposte invernali alla Sala Di Martino – spiegano Daniele Scalia, presidente di Fabbricateatro e Sabrina Tellico – abbiamo deciso di aprire le porte del nostro Spazio estivo, il Giardino Pippo Fava, proponendo cinque appuntamenti tra letteratura, musica, teatro ed intrattenimento, per trascorrere una serata tra amici, all’insegna dell’estate. Un piccolo contributo alle proposte culturali della città con 5 appuntamenti con temi vari e con l’obiettivo di far conoscere ai catanesi un giardino dentro Catania. Sarà anche l’occasione per parlare dei progetti di Fabbricateatro”.

La rassegna verrà inaugurata venerdì 20 Luglio, alle ore 19.00, con la presentazione del libro di Cinzia Caminiti Nicotra, “Il pane fritto e altre storie – Antiche ricette popolari siciliane e racconti di nonna Vincenzina”, Algra Editore. Interverranno l’autrice, la giornalista Giovanna Caggegi, la direttrice di collana Antonella Guglielmino e l’editore Alfio Grasso. Letture delle attrici Tiziana Giletto e Sabrina Tellico, parteciperanno Nellina Laganà e Nicoletta Nicotra, video di Gianni Nicotra. Ingresso libero.

Si proseguirà poi il 26 Luglio, alle ore 21.00, con la Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania in Come Orlando acquistò le armi“, su copione elaborato da Alessandro e Fiorenzo Napoli sulla base degli antichi canovacci di tradizione catanese. Il 31 Luglio, sempre alle ore 21.00, Schizzi d’Arte proporrà “Cose di Sicilia” di Cinzia Caminiti, con musiche di scena eseguite dal vivo da Gianni Nicotra e la partecipazione di Nicoletta Nicotra. Uno spettacolo sulle tradizioni, un percorso nella cultura popolare siciliana, un lavoro di ricerca in ambito etnoantropologico.

Il 2 Agosto, ore 21.00, “Mongibella. Una storia vulcanica” di e con Tiziana Giletto. L’uso del dialetto, con la sua potenza evocativa, racconta luoghi, tradizioni, storia e memorie dell’Etna e della Sicilia, come in un mito universale. Infine il 7 Agosto Fabbricateatro proporrà la pièce “In una rete di ansie che s’intersecano” di e con Barbara Cracchiolo e Sabrina Tellico. Si tratta di racconti incompleti che lasciano nell’ansia lo spettatore che ha la voglia innocente di “vedere come va a finire”.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.00, ingresso: € 10,00 intero – Ridotto: € 7,00 – Info e prenotazioni 347.3637379.

NOTE INFORMATIVE

La compagnia Fabbricateatro

Nasce nel 1992 con il principale scopo di rinnovare le pratiche del teatro contemporaneo catanese sull’onda del movimento siciliano antimafia, per volontà di Elena Fava, Giacinto Ferro, Elio Gimbo – che ne è ancora il regista e direttore artistico – Cinzia Finocchiaro, Cinzia Caminiti, Bruno Torrisi, Domenico Gennaro, Marco Marano, Giusi Gizzo. Nel corso dei primi 25 anni di esistenza la compagnia è stata veicolo di innovazioni tecniche grazie anche a rapporti di intensa collaborazione con altre importanti realtà teatrali di gruppo: gli allestimenti attori e pupi condotti con la Marionettistica fratelli Napoli, la collaborazione con il Living theatre di New York, i progetti di “correzione teatrale dello spazio urbano” come: il teatro di paglia estivo, il Carro di Tespi e Shakespeare al Castello, i progetti di promozione e diffusione della cultura teatrale con la facoltà di Lettere quali TEATRIDEUROPA. Ha sempre perseguito il modello organizzativo del teatro di gruppo, per cui il lavoro teatrale è affidato ad un gruppo di lavoro stabile che al proprio interno costruisce una realtà organizzata quanto più possibile autonoma ed incisiva nelle scelte poetiche. Oggi i suoi componenti stabili sono Daniele Scalia, Elio Gimbo, Cosimo Coltraro, Sabrina Tellico, Pietro Lo Certo, Giuseppe Carbone, Cinzia Caminiti ecc..

Sala “Giuseppe Di Martino” e Spazio “Pippo Fava”

La Sala “Giuseppe Di Martino” è lo spazio al chiuso del nuovo Centro Teatrale Fabbricateatro. Ha una ampiezza di 45 mq, è dotata di impianto luci e fonica, ampi camerini con bagno autonomo, un piccolo foyer, è volutamente priva di strutture fisse atte a designare gli spazi di scena e platea, può accogliere sia spettacoli a pianta centrale che a visione frontale. I posti a sedere variano, perciò, da un minimo di 25 ad un massimo di 45 grazie ad un sistema di praticabili e panche che consentono in poco tempo di ricreare lo spazio della sala.

Il Centro dispone di analogo spazio all’aperto, intitolato a Pippo Fava, dotato di cortile e giardino en plein air dove svolgere attività affini alla linea della Compagnia Fabbricateatro, residente stabile del Centro.

Ufficio Stampa e comunicazione

Maurizio Sesto Giordano

Mobile 338/4340179

ufficiostampa@fabbricateatro.org

Autore: Redazionale

Condividi