Genius Loci. “Borghi di Sicilia”, a cura di F. Ferreri e E. Messina. Ed. Flaccovio

  

Scaffale

 

GENIUS LOCI

                                               

Borghi di Sicilia.

A cura di Fabrizio Ferreri ed Emilio Messina.

Dario Flaccovio Editore – pagg, 330 – €. 24,00.

°°°

La Sicilia è un piccolo/grande continente che offre al suo interno una infinità di paesaggi e tipologie ambientali che non basterebbe un intero articolo, solo per elencarli. In analogia, anche la lingua Siciliana si frammenta in decine di dialetti che si ricollegano alle varie dominazioni ed immigrazioni che si sono succedute. Tra i tanti meriti di questo splendido libro, riscontriamo quello di offrire una profonda lettura unificante del territorio siciliano, tramite i ricchi borghi descritti perfettamente, Una caratteristica che fa transitare la geografia verso la storia, intesa come identità. In questa “mission” il curatore è certamente aiutato dalla sua professione di professore di filosofia, oltre che sociologo.

Partendo dal “retrogusto” storico-filosofico che offre il libro, entriamo nel dettaglio che è dichiaratamente costituito da un vademecum per una “caccia al tesoro”, dove gli scrigni sono i 58 borghi descritti, in 53 presentazioni, da 62 autori. Notevole la coralità e l’equilibrio armonico dei testi, sempre pertinenti e garbati, scevri da ogni enfasi, a cui la bellezza dei luoghi descritti a volte spinge (se non costringe) lo scrittore. La lettura dei testi (peraltro di ottima letteratura) cattura il turista ed emoziona il siciliano, anche perché, pure per quasi tutti i nostri conterranei, la maggior parte dei 58 borghi è pressoché sconosciuta.

Ma oltre al merito di rappresentare una Sicilia in parte sconosciuta, il libro si fa carico di cantare “una polifonia di voci e di stili che libera quella molteplicità di immagini, di sonorità, di stratificazioni, visibili e sotterranee, che compongono la sorprendente bellezza dei borghi siciliani” scorgendo “assonanze, collegamenti e sovrapposizioni, ma anche sostanziali differenze” (Fabrizio Ferreri).

Il libro è corroborato dalle splendide foto di Emilio Messina, che meritano una specifica mostra,. magari di corredo alle prossime presentazioni del libro, che si avvia alla seconda edizione. Nelle successive edizioni potrebbero inserirsi, invece delle ormai inutili mappe geografiche, le coordinate terrestri di ogni borgo, per consentire ai lettori di poter meglio pianificare le auspicabili escursioni

Un bel libro da leggere, usare e conservare, come fosse un piccolo ed unitario elemento storico, utile e magica pietra angolare, grande tassello della memoria dei luoghi narrati.

 

 

Autore: Francesco Nicolosi Fazio

Condividi