Napoli Teatro Festival: Luca Zingaretti legge ‘Il Cantico dei Cantici e altre storie’

,   

Napoli Teatro Festival: Luca Zingaretti legge ‘Il Cantico dei Cantici e altre storie’

Drammaturgia Luca Zingaretti – Giuseppe Cesaro
Musiche originali eseguite dal vivo
Arturo Annecchino
Produzione
Zocotoco srl

Teatro Naturale di Pietrelcina (BN)
3, 4 luglio ore 21.30
durata 1 ora e 15 min

Ho aperto il chiavistello della porta al mio diletto, ma se n’era andato già via, di già egli s’era ritirato. La mia anima si è liquefatta al suo parlare. Io l’ho cercato, ma non l’ho trovato. L’ho chiamato, ma non mi ha risposto.” (Ct 5,6)

La relazione più intima che ogni essere umano custodisce gelosamente è quella con la divinità – fosse pure per ripudiarla o dimenticarne il mistero. La fede, intesa come intreccio di promesse, dubbi e tradimenti, è il rapporto che ritorna.

Il progetto dal titolo “Il Cantico dei Cantici e altre storie” mira ad esplorarne i vincoli, da millenni articolati in preghiere, confessioni, silenzio e canto, mettendo a fuoco quella tensione che arriva a permeare l’essere umano in ogni sua fibra, coinvolgendone parola e corpo. Impossibile dimenticare come nelle raffigurazioni delle estasi mistiche, una per tutte la Santa Teresa del Bernini, siano tutte le membra della vergine a riempirsi di Dio, innervando l’immagine del suo tocco.

Partendo dalle straordinarie parole d’amore del Cantico dei Cantici, e attingendo alle testimonianze che animano diverse tradizioni spirituali, il progetto vuole mettere in luce e far risuonare l’esperienza di uomini e donne che hanno più di altri approfondito il paradossale colloquio d’amore tra la creatura e il suo creatore (padre, sposo, amato che abbandona e riappare).

A dar voce a questo colloquio è lo straordinario talento di Luca Zingaretti, impegnato in questo progetto anche come co-autore della drammaturgia, con Giuseppe Cesaro. Da una ricerca di testi curata da Doriana Licusati nasce quel che è un invito a cogliere le riflessioni, la devozione ma anche la rabbia e la tragica richiesta di risposte che l’essere umano rivolge a Dio.

Autore: Redazionale

Condividi