Compagnia delle Seggiole: eventi di fine giugno con una serata speciale al Forte Belvedere di Firenze e l’intero programma di luglio

  

Compagnia delle Seggiole: eventi di fine giugno con una serata speciale al Forte Belvedere di Firenze e l’intero programma di luglio

 

Giugno volge al termine le proposte si moltiplicano. Di seguito gli ultimi appuntamenti del mese in corso insieme alle informazione dello spettacolo alla Certosa del Galluzzo, previsto in Luglio, giunto alla sua XIIa edizione. 

  • 26 Giugno – Piazza Bartali – SUSSI E BIRIBISSI  di Collodi Nipote – Ingresso Libero
  • 28 Giugno – Museo di Casa Siviero – Il giovane Siviero, fra servizi segreti e resistenza – Ingresso Libero
  • 29 Giugno – Forte Belvedere – Nettare di…Vino – Spettacolo degustazione
  • 30 Giugno – Brozzi Piazza I° Maggio – GRILLO SWING – Ingresso Libero
  • 01 Luglio – Parco dell’Anconella – GRILLO SWING – Ingresso Libero
  • 01 Luglio – Villa Caruso a Bellosguardo – ENRICO CARUSO: LA VOCE E LA PASSIONE – Prima Nazionale Assoluta
  • dal 04 al 20 Luglio – Certosa del Galluzzo  – L’AZIONE DEL SILENZIO Viaggio teatrale nella Monastero della Certosa del Galluzzo

Tutte le informazioni sono di seguito riportate.

****

SPECIALE PIAZZA BARTALI

9 SERATE DELLA COMPAGNIA DELLE SEGGIOLE

TUTTI I MARTEDI’ DAL 05 GIUGNO AL 31 LUGLIO

ALLE ORE 21

INGRESSO LIBERO

Martedì 26/06 – ore 21,00
SUSSI & BIRIBISSI

di Collodi Nipote

lettura radiofonica drammatizzata

adattamento e regia di Claudio Spaggiari

durante la lettura verranno appositamente  realizzati e proiettati

disegni descrittivi del racconto

  INFO

www.coopfirenze.it/ rigenerazione-urbana 

tel. 3299160071

****

SPECIALE RODOLFO SIVIERO

…un Museo da scoprire…

Ingresso Libero con prenotazione obbligatoria

Museo di Casa Siviero

Firenze – Lungarno Serristori 1-3

Giovedì 28 Giugno – Mercoledì 29 Agosto

La Compagnia delle Seggiole

 presenta

IL GIOVANE SIVIERO

TRA SERVIZI SEGRETI E RESISTENZA

Lettura drammatizzata di testi autobiografici di Rodolfo Siviero

al termine della lettura

sarà possibile visitare il Museo di Casa Siviero

a cura di Sabrina Tinalli

con Fabio Baronti e Massimo Manconi

Allestimento Daniele Nocciolini

Due spettacoli a sera: 20.30 e 21.30

INGRESSO GRATUITO

con  PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

FINO A ESAURIMENTO POSTI

333 2284784 (tutti i giorni dopo le ore 14.00)

Lettura drammatizzata dei diari di Rodolfo Siviero,

soprannominato lo “007 dell’Arte”, con visita alla sua Casa Museo.

 

La Compagnia delle Seggiole, specializzata in viaggi teatrali e letture radiofoniche, si confronta con i testi autobiografici di un personaggio fiorentino intrigante, il quale ha contribuito in maniera determinante al recupero di molte opere d’arte italiane trafugate durante la Seconda Guerra Mondiale. La casa di Rodolfo Siviero è diventata oggi un piccolo museo dove vengono conservati molti capolavori che lo stesso riuscì a riscattare e riportare nella sua terra. Agente dei servizi segreti, amante dell’arte e della cultura, temerario e avventuroso, Siviero ha lasciato le sue memorie nei diari a cui danno voce gli attori della Compagnia.

«Una narrazione drammatizzata ripercorre la vita del giovane Siviero fino al momento dell’inizio della sua attività di rappresentante del governo italiano per il recupero del patrimonio culturale trafugato durante la Seconda Guerra Mondiale. Attraverso i ricordi personali dello 007 dell’Arte rivivono l’ambiente culturale fiorentino degli anni Trenta, la scelta di entrare nei servizi segreti militari e quindi, dopo l’8 settembre del 1943, l’organizzazione di una attività di spionaggio, in collegamento con i servizi informativi alleati e con la Resistenza, tesa in gran parte alla salvaguardia del patrimonio artistico nazionale. Una vicenda umana contrastata e talvolta oscura ma che permette di comprendere l’autentica passione per l’arte che ha ispirato i successi di Siviero e il carattere avventuroso del suo operato».

****

Un luogo speciale!

Una serata speciale!

****

ULTIMA REPLICA

Domenica 01 Luglio 

VILLA CARUSO – BELLOSGUARDO

Lastra a Signa – Via di Bellosguardo 54

Domenica 01 Luglio

La Compagnia delle Seggiole

presenta

ENRICO CARUSO:

LA VOCE E LA PASSIONE

e visita al MUSEO ENRICO CARUSO

con le seguenti modalità:

Il pubblico sarà diviso in quattro gruppi di circa 50 persone

A – B – C –D

Ore 10,00 – Arrivo di A e B e visita al Museo Enrico Caruso

Ore 11,00 – Arrivo di C e D e tutti vedono lo spettacolo

Ore 12,00 – Visita al Museo Enrico Caruso solo per C e D

Testo di Marcello Lazzerini e Sabrina Tinalli

Regia di Sabrina Tinalli

Costumi di Giancarlo Mancini

Personaggi e Interpreti

ENRICO CARUSO – Giorgio Casciarri (tenore)

GIACOMO PUCCINI – Fabio Baronti

GIOVANNI CARUSO – Luigi Ragucci (pianista)

ADA GIACHETTI – Sara Cervasio (soprano)

RINA GIACHETTI – Sabrina Tinalli

PRIMA NAZIONALE ASSOLUTA

 

Il suo fu un amore a prima vista, né il primo né l’unico colpo di fulmine, qualche anno prima la voce, il cuore, il carattere ribelle di Ada lo avevano già stregato, accadde durante una passeggiata romantica tra le dolci colline toscane che Enrico comunicò all’amata il desiderio di far sua l’antica villa nobiliare di Bellosguardo: era il 1906, lui già ricco e famoso, se lo poteva permettere. Trasformarla a suo piacimento sarebbe stata una grande impresa, economica e architettonica. Ma la voce lirica più amata nel mondo era personaggio da grandi imprese. Tutta la sua vita lo testimonia. Quella vita segnata da sconfitte e trionfi da amori e tradimenti la ripercorreremo dal vivo, attraverso le testimonianze sincere appassionate di coloro che gli furono più vicini: il fratello Giovanni, il Maestro Giacomo Puccini, Rina Giachetti ( la giovane sorella di Ada che cercò di consolarlo dopo che l’altra  se n’era fuggita col suo amante in Argentina), ma soprattutto attraverso le arie (al pianoforte Luigi Ragucci, tenore Giorgio Casciarri, soprano Sara Cervasio) che fecero dell’italiano d’America, la più grande leggenda della lirica. Non sarà quello che la Compagnia delle Seggiole di Fabio Baronti ci propone (testo di Marcello Lazzerini), un semplice viaggio tra i cimeli del Museo Enrico Caruso (la visita al Museo è prevista prima e dopo lo spettacolo) e della villa, che il Comune di Lastra a Signa custodisce con amore, ma un tuffo nella vita del tenore napoletano, che ci lasciò a soli 48 anni, ma che sentiamo sempre vicino.

 Info e prenotazioni

tutti i giorni dopo le 14,00

al n. 333 22 84 784

 

Intero 18,00 – Ridotto 15,00

****

Dopo il successo del 2017

il GRILLO SWING

torna all’interno dell’Estate Fiorentina 2018 in 10 Piazze di Firenze

 

Tutte le serate sono ad INGRESSO LIBERO

Estate Fiorentina 2018

Comune di Firenze

Quartiere 1 – Quartiere 2 – Quartiere 3 – Quartiere 4 – Quartiere 5

La Compagnia delle Seggiole

 presentano

 “GRILLO  SWING”

2a stagione

 “L’omaggio al Grillo Canterino

della Compagnia delle Seggiole

accompagnato da

musiche e canzoni di Odoardo Spadaro”

 …la magia della radio…

…nelle Piazze di Firenze

 a cura di Sabrina Tinalli

selezione musicale di Vanni Cassori

costumi di Giancarlo Mancini

allestimento di  Daniele Nocciolini

organizzazione di Roberto Benvenuti

 con: (in ordine alfabetico)

Fabio Baronti, Luca Cartocci, Anna Collazzo,

Rossella Gardenti,  Sabrina Tinalli

e con la partecipazione straordinaria di
Luigi Ragucci e Raoul Renzini

main sponsor

CRALgiàBT

 

Il Grillo Canterino à la trasmissione radiofonica che più di ogni altra, rappresenta lo spirito fiorentino e che suscita ancora oggi, negli ascoltatori, un tuffo nel passato alla riscoperta di una comicità irriverente e diretta, ma elegante e intelligente come solo la nostra tradizione può consentire.

Odoardo Spadaro rappresenta Firenze nel raffinato ambiente degli chansonnier del novecento. Artista che raramente viene ricordato, ma che ha portato Firenze nel mondo. Cantò le sue canzoni per portare la nostra città sui grandi palcoscenici internazionali e incarnò quella vena ironica, bonariamente beffarda, di un fiorentino sempre sorridente.

Siamo negli anni 50, in una Firenze che, come il resto d’Italia, ha iniziato il faticoso e lungo percorso del dopo guerra. In questo scenario si colloca anche la storia di Radio Firenze, una voce che aveva accompagnato il ritorno alla normalità dei fiorentini fin dal settembre del 1944, per merito di alcuni tecnici e giornalisti di eccezione che, a rischio della vita, avevano registrato e diffuso voci e rumori della battaglia nelle strade… lo sferragliare dei carri tedeschi… i rumori delle sparatorie… utilizzando attrezzature “garibaldine”.  Nel 1950 vengono inaugurati i nuovi impianti della sede fiorentina di piazza Santa Maria Maggiore, in pieno centro.  Inizia la produzione di programmi culturali e d’intrattenimento che proseguiranno con successo nel tempo. Nel 1953, sulla scia di un generale fervore di idee ed iniziative, la sede RAI di Firenze elabora programmi di grande spessore culturale come l’Approdo, d’informazione come il Gazzettino Toscano redatti e curati da 2 grandi personaggi: Amerigo Gomez ed Umberto Benedetto. Programmi voluti e gestiti da un grande dirigente di quei tempi, Omero Cambi. Ed è proprio Omero Cambi, responsabile dei programmi, che, per riempire il vuoto domenicale del Gazzettino, ipotizza un programma che insieme alla cultura riesca a far sorridere la gente… ancora alle prese con tutti i problemi di un lungo dopoguerra e di una faticosissima ricostruzione… non solo materiale. Rievocando il Grillo saggio di Pinocchio e il grillo fiorentino della nostra Festa… che faceva “liberamente sentire la sua voce” nasce “Il Grillo Canterino”! Dopo circa un anno di rodaggio, il programma cambia completamente aspetto, passando dal giornalistico semiserio al vero e proprio spettacolo leggero, con la nascita di personaggi che ne determinano un successo popolare da fare invidia alle più seguite trasmissioni radiofoniche dei nostri giorni.

Risentiremo figure ormai entrate nell’immaginario collettivo, voci di un tempo, anche recente: “LA SORA ALVARA”, “GANO…I’ DURO DI SAN FREDIANO”, “PORVERE”, L’IRIS E L’AMNERIS”, e tanti altri. Sarà come riascoltare il nastro e rivedere il film della nostra vita. Con nostalgia e leggerezza.

 

Calendario Grillo Swing Estate Fiorentina 2018

 Tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21,15

Tutti gli spettacoli sono ad INGRESSO LIBERO

 

Sabato 30 Giugno – Q5 – Brozzi – Piazza I° Maggio
Domenica 01 Luglio – Q3 –  Parco dell’Anconella – Via Villamagna
Sabato 07 Luglio  Q1 – Porta San Miniato – Piazzetta di Via San Miniato snc
Domenica 08 Luglio – Q4 – Ex Gasometro – Via dell’Anconella 3
Sabato 14 Luglio – Q2 – Area Pettini Burresi – Via Faentina 147/n
Domenica 15 Luglio – Q5 – Giardini di Piazza Dalmazia – Piazza Dalmazia
Sabato 21 Luglio – Q4 – Isolotto – Piazza dell’Isolotto
Domenica 22 Luglio – Q2 – Villa Arrivabene – Piazza Leon Battista Alberti, 1/a
Sabato 28 Luglio – Q3  – Giardini Sede Quartiere 3 – Sorgane – Via Tagliamento 4
Mercoledì 01 Agosto – Q1 – Manifattura Tabacchi – Cortile della Ciminiera – Via  Cascine 33

****

04-05-06-11-12-13-18-19-20 Luglio 2018
CERTOSA DEL GALLUZZO
“L’Azione del Silenzio”
Viaggio Teatrale itinerante all’interno del Monastero della
XII° anno consecutivo di repliche!

04-05-06-11-12-13-18-19-20 Luglio 2018
CERTOSA DEL GALLUZZO

COMUNITA’ DI SAN LEOLINO
COMUNE DI FIRENZE
COMMISSIONE CULTURA CONSIGLIO DI QUARTIERE 3
CRAL giàBT
main sponsor:
BANCA DI CAMBIANO
LA COMPAGNIA DELLE SEGGIOLE

presentano

L’AZIONE DEL SILENZIO
Viaggio Teatrale itinerante

all’interno del Monastero della Certosa del Galluzzo

XII° anno consecutivo di repliche!!!

Testi e regia di Giovanni Micoli
con (in ordine alfabetico):
Marcello Allegrini, Mario Altemura, Fabio Baronti, 
Luca Cartocci, Fazio Facchini, Beatrice Faldi

Progetto Luci Fabrizio Rosazza
Direttore di scena e allestimento Daniele Nocciolini
*************************************************
04-05-06-11-12-13-18-19-20 Luglio 2018
CERTOSA DEL GALLUZZO
Info e prenotazioni dalle ore 14,00 al n: 333 2284784
Biglietti: Intero 18,00 euro – Ridotto 15,00 euro
Spettacoli per gruppi di 50 persone
Due gruppi per sera
con inizio alle ore 20.45 e alle 22.00
*************************************************
Un particolare ringraziamento alla Comunità di San Leolino, 
arrivata alla Certosa del Galluzzo dopo sessant’anni di presenza Cistercense, che ha fortemente voluto il proseguimento di questa manifestazione, iniziata nel 2007 e divenuta nel tempo un riferimento importante  nel panorama culturale estivo della nostra città e non solo.
*************************************************

Dopo il sorprendente successo ottenuto dal 2007, con oltre 200 repliche, realizzate dalla Compagnia delle Seggiole capitanata da Fabio Baronti con testi e regia di Giovanni Micoli, per il dodicesimo anno consecutivo, tornano le visite spettacolo all’interno della Certosa del Galluzzo. Un viaggio attraverso lo spazio ed il tempo in uno dei monasteri più ricchi di storia che la cristianità conosca.

Ogni luogo storico ha i propri segreti: riposano nascosti nei corridoi, nelle stanze, nei meandri più inaccessibili. E il teatro è il modo migliore per liberarli dalle pietre che li custodiscono gelosamente e raccontarli al pubblico.

L’azione del silenzio riprende l’idea semplice che sta alla base del riuscito In sua movenza è fermo, la visita-spettacolo al Teatro della Pergola e Una donna innocente all’interno dell’Istituto degli Innocenti a Firenze. Sposta gli spazi del viaggio ad un luogo ben evidente nel paesaggio fiorentino, da molti conosciuto unicamente perché domina austero e silente la strada che conduce all’uscita, un tempo omonima, dell’Autostrada del Sole: il Monastero della Certosa del Galluzzo, l’imponente complesso voluto da Niccolò Acciaioli nel 1341 è presto divenuto un punto di riferimento della vita spirituale della città. Non sono molti quelli che hanno varcato l’ampia porta per ammirare il Palazzo Acciaioli, le Chiese, i chiostri e il capitolo, le ampie celle, gli straordinari affreschi raffiguranti il Ciclo della Passione che Pontormo dipinse a partire dal 1523, quando si rifugiò alla Certosa per fuggire la peste.

Il percorso tratteggiato dalla Compagnia delle Seggiole è emozionante e coinvolgente: il pubblico simbolicamente accompagnerà un monaco all’interno dell’edificio, nel giro che serviva a portare il pasto quotidiano ad un padre certosino nella sua cella.

Lungo il cammino si incontreranno figure uscite direttamente dagli spazi di spirituale mistero della Certosa; racconteranno la storia dell’edificio stesso, e allo stesso tempo, la scelta, le difficoltà e il premio finale di un uomo che contro tutte le tendenze del tempo (di qualsiasi tempo) decide di votarsi a Dio abbandonando suoni, rumori e vita sociale per il silenzio ed il deserto, dai quali sboccia il rigoglio dell’anima.

Image

Autore: Redazionale

Condividi