Le cinque S. di Cottarelli (per Matrimonio Riparatore)

  

MATRIMONIO RIPARATORE.

 

Cottarelli e le 5S: Spread, Sbarchi, Scorrettezze, Salvini, Savona.

°°°

L’unico governo politico possibile è stato affondato: una manovra congiunta di Spread e Sbarchi ha intimidito ed aizzato Mattarella, che, pur rappresentando un partito di esigua e calante minoranza, ha compiuto atti a dir poco inconsueti, da un pulpito quirinalizio da dove non poteva giungere alcuna predica,  in quanto abbiamo avuto spesso ministri molto incompetenti o, peggio, ben più che collusi, ministri che sempre ipocritamente giuravano fedeltà allo Stato nelle mani del Presidente di turno.

Brutta cosa l’incarico al banchiere Cottarelli, uomo FMI ed UE. Qualcuno parla di attivare l’art. 90 della Costituzione.

D’altro canto la coalizione giallo-verde risultava poco credibile e dal futuro incerto. Ecco che Salvini e di Majo debbono fare una scelta coraggiosa: formalizzare tutto quanto stabilito nei giorni scorsi e unirsi per le elezioni. Bloccare programma concordato e l’intero governo per andare uniti alle urne. Può sembrare assurdo, ma è l’unico sistema per dimostrare che Lega e Cinque Stelle, davanti a Mattarella, non stavano scherzando.

Una sorta di  matrimonio riparatore, che godrebbe di una forte ed ampia maggioranza, per un governo di “unità nazionale” che potrebbe affrancare, da Nord a Sud, l’intera Nazione.

Autore: Francesco Nicolosi Fazio

Condividi