‘Trup – Storia di cinema improvvisata’ al Canovaccio di Catania 24-27 maggio

  

TRUP

(Storia di cinema improvvisata)

L’appassionante ed emozionante stagione del Teatro del Canovaccio si conclude con “Trup”, storia di cinema improvvisata, presentato dal gruppo “Improvvisazione a delinquere”.

L’improvvisazione, com’è noto, è una tecnica di teatro dove gli attori non hanno un copione predefinito ma inventano il testo direttamente sulla scena, appunto improvvisando. Tale tecnica affonda le sue radici fin dai tempi di Aristofane nel teatro popolare, è portata agli estremi da Plauto e dall’istrione, diventa fondamentale nella Commedia dell’Arte con le recite a soggetto, per poi riemergere in terra canadese con i famosissimi match di improvvisazione che approdano alla fine degli anni ‘90 anche nella televisione italiana. Fondamentali alla riuscita dello spettacolo sono il lavoro di gruppo, l’ascolto tra compagni, la fantasia, la rapidità nel prendere decisioni, la capacità di adattarsi e accettare le proposte degli altri, il coraggio di fare delle scelte e di correre dei rischi, visto che gli attori non sanno cosa faranno i loro compagni in scena. Ma è fondamentale anche l’interazione col pubblico e la sua preziosa collaborazione senza la quale l’improvvisazione non sarebbe possibile.

Lo spettacolo presentato al Canovaccio e facente parte della serie “Estemporaneamente”, rappresenta una novità assoluta per la città di Catania visto che coniuga cinema e teatro in un format FirenzeLongform, ideato da Andrea Mitri, ispirato a titoli cinematografici come “Effetto Notte” di Truffaut o “La vita che vorrei” di Giuseppe Piccioni, film in cui il cinema è visto dal di dentro.

TRUP lavora però su un doppio piano. Il primo è quello della realizzazione di un film che un gruppo di attori decide comunque di portare avanti, nonostante siano finiti i soldi e la produzione sia scomparsa: da qui le difficoltà, la dinamica dei loro rapporti personali e di quelli con la gente del luogo ove si effettuano le riprese.

Il secondo è invece la trama del film vero e proprio, di cui si vedono le scene girate.

Al pubblico viene chiesta inizialmente un’indicazione per ogni attore, utile allo stesso per costruire il proprio personaggio. Inoltre, saranno proprio gli spettatori a decidere il titolo e il genere del film che si sta girando.

Nel corso dello spettacolo i due piani si intersecano con una costruzione di tipo cinematografico, e i due mondi finiscono sempre più per contaminarsi l’uno con l’altro, in un gioco ad incastri che mira a divertire e stupire lo spettatore.

Regia: Gruppo “Improvvisazione a delinquere”

Con Carmela Buffa Calleo, Eliana Esposito, Raffaella Esposito e Peppe Tringali

 Orario spettacoli   

giovedì 24, venerdì 25, sabato 26: ore 21

domenica 27 maggio: ore 18 e ore 21.

 

Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri: 3914888921.

Anna Alberti

Responsabile Ufficio Stampa “Teatro del Canovaccio”

email: info@teatrodelcanovaccio.it;

annarita.alberti@pecgiornalisti.it

tel. 3480087223

 

 

Autore: Redazionale

Condividi