La scomparsa di Pietro Amione, padre del nostro Danilo

  

La scomparsa di Pietro Amione

 

Genitore del caro Danilo

°

Pietro Amione, padre del nostro Danilo, amico, sodale, collega, non è più fra noi, da stamani. Ma resta con noi nel ricordo e nell’amore non solo dei familiari, ma di chiunque, conoscendolo, ebbe modo di apprezzare le sue qualità di persona e cittadino fertile, leale, operoso, intelligente.

Qualche idiota, considerata la lunga e non sempre pianeggiante avventura umana  di Pietro Amione,  esprimerà il suo cordoglio con il più squinzio dei luoghi comuni “Riposi in pace…ha smesso di soffrire…la sua vita in fondo se l’è vissuta tutta”. Falso.

Così come è straziante la morte di un giovane,  non meno lo è quella di un anziano che, essendo stato a lungo con noi, abbiamo imparato a percepire “presenza  irremovibile, quercia non abbattibile”. Falso anche questo, ovviamente, sia per Pietro, sia per ciascuno di noi…estratti a sorte, quotidianamente, dalla brutta lotteria degli arbitrari addii.

Il nostro giornale, chi lo compone e (vogliamo sperare) chi lo legge, amici, redattori, collaboratori a vario titolo sono vicini e abbracciano Danilo e i suoi familiari in questo ‘passaggio’ a destinazione incerta, doloroso e irreversibile, che ‘asfalta’ – senza darne sensi teleologici – il  comune sostare o proseguire: chi per forza di volontà, chi di inerzia.

Non si osi giudicare.  (a.pizz.)

Autore: Redazionale

Condividi