‘Immaginaria’ International Film Festival Of Lesbians & Other Rebellious Women, Casa del Cinema di Roma 27-29 aprile

,   

Che Festival del Cinema sarebbe un festival che non proietta? Fra le tante proiezioni speciali, Immaginaria proietta anche se stessa nel futuro del 4.0. Progettandosi più evoluta e più efficace. L’immaginazione non ci manca, è nel nome dal 1993.

IL PROGETTO “IMMAGINARIA 4.0”

  1. Vuole rilanciare il Festival nella sua autonomia in una città come Roma che è un mito cinematografico e un set ideale per una proposta culturale unica nel suo genere.

  2. Raggiungere un pubblico sempre più vasto per incidere con maggiore forza sui cambiamenti culturali e sociali, promuovendo con mezzi sempre più efficaci la circolazione delle opere delle registe che nel mainstream cinematografico restano tuttora minoritarie.

  3. Sottolineare con accresciuta energia la centralità delle donne di ogni cultura, condizione e orientamento sessuale, nei processi d’evoluzione politica e sociale.

IL NOSTRO CURRICULUM D’ECCELLENZA

1993 – 2005 Dodici edizioni integrali del Festival Immaginaria (Bologna, Cinema Lumière – Teatro Comunale di Casalecchio di Reno – Cinema Nosadella – Cinema Jolly)

2010 Selezione cinematografica alle 5 Giornate Lesbiche (Roma, Casa Internazionale delle Donne)

2011 – 2017 Giornate cinematografiche al Fuori Salone delle Lesbiche (Milano, Cinema Mexico – Roma, Cinema L’Aquila)

2015 – 2018 Partnership con Festival Mix Milano (Milano, Piccolo Teatro Strehler) per la selezione della programmazione lesbofemminista
Oltre mille film da tutto il mondo portati in Italia dagli inizi a oggi.

TESSERAMENTO & CROWDFUNDING

La XIII edizione di IMMAGINARIA International Film Festival Of Lesbians & Other Rebellious Women arriva insieme alla primavera 2018! Pochi giorni ancora e dal 27 al 29 aprile 2018 vi aspettiamo alla Casa Del Cinema di Roma per celebrare insieme un’edizione speciale.

Il Festival, organizzato dall’Associazione Culturale Lesbica Visibilia di Bologna in partnership con il Festival Mix Milano (www.festivalmixmilano.com), con il supporto di numerosi gruppi e associazioni lesbiche e femministe, il Patrocinio del Comune di Roma Capitale, della Casa del Cinema di Roma, di Zetema Progetto Cultura, Villa Borghese e di altri Enti Culturali Locali e Nazionali, torna alla ribalta proponendo una selezione di film a tematica lesbica e femminista diretti da registe e provenienti da tutto il mondo.

Le proiezioni saranno a ingresso libero per tutte le supporter e i supporter di Immaginaria che sottoscriveranno una tessera dell’Associazione Visibilia.

Come fare? È semplice. Dona almeno 15 euro online (www.produzionidalbasso.com) o durante l’evento e lascia i tuoi dati, prepareremo la tua tessera e il tuo sostegno, insieme agli altri, contribuirà al successo del progetto IMMAGINARIA 4.0.

Le tessere e i gadgets potranno essere ritirati alla Casa del Cinema durante il Festival Immaginaria dal 27 al 29 aprile 2018.

Fra proiezioni, incontri con ospiti e dibattiti, potrete prendervi una pausa nei locali della zona con noi convenzionati, il cui elenco verrà fornito alla Reception del Festival.

Grazie mille a tutti coloro che, sostenendo il Festival, vorranno condividere questa avventura!

 

Film in concorso(lungometraggi)

EXTRATERRESTRES

  • Venerdì 27 Aprile h. 21.00
  • SALA DELUXE Sottotitoli in italiano
  • SALA KODAK – SALA VOLONTE’ Versione originale (Spagnolo)
  • Regia di Carla Cavina, Porto Rico/Venezuela 2017, 113’ Lungometraggio

SINOSSI

Teresa è un’astrofisica di successo e vive con la fidanzata Daniela nell’isola di La Palma, Canarie, presso il telescopio nazionale italiano Galileo. Dopo anni di autoesilio, torna in Porto Rico nella fattoria di famiglia per invitare tutti al suo matrimonio, ma una volta là non trova il coraggio di dire la verità. La famiglia Díaz è un clan tradizionale e conservatore, che gestisce un’azienda di allevamento e di macellazione di polli, cosa che Teresa non approva essendo vegetariana. Decide di prendere tempo, anche perché nel frattempo gli allevatori della zona effettuano diversi sabotaggi ai danni dell’azienda familiare rischiando di mandarla in fallimento. Daniela, stanca di non riuscire a comunicare con Teresa e di aspettare alle Canarie, decide di andare in Porto Rico, e il suo arrivo provocherà una serie di reazioni a catena nella famiglia Diaz, per cui tutti riveleranno chi e cosa sono veramente: extraterrestri.

LA BELLE SAISON

  • Sabato 28 Aprile h. 17.00
  • SALA DELUXE Sottotitoli in italiano
  •  SALA VOLONTE’ Versione originale (francese)
  • Regia di Catherine Corsini, Francia 2015, 105’ Lungometraggio fiction

SINOSSI

Francia 1971. Delphine conduce una vita contadina semplice e dura lavorando nei campi alla fattoria dei suoi genitori nella regione di Limousin. Sottraendosi alle aspettative della madre che vorrebbe vederla sposata, seguendo un impulso di libertà cui non sa dare un nome, un giorno fa la valigia e si reca a Parigi. In una strada della capitale incontra Carole, alla testa di un gruppo di giovani donne attive nella seconda ondata del femminismo. Delphine viene subito conquistata dal loro coraggio e dalla loro passione e, affascinata dalla carismatica Carole, comicia a frequentare le assemblee all’Università e a prendere parte ad azioni dimostrative. Fra le due ragazze scatta presto una forte intesa che sfocia nell’amore. Quando un’emergenza familiare costringe Delphine a tornare alla fattoria, Carole la segue, ritrovandosi catapultata in un ambiente sociale e culturale del quale non sa nulla e che le è ostile. La vita di campagna mette a dura prova la loro relazione, ma il cammino è segnato per entrambe e nessuna delle due potrà tornare indietro.

SALA KODAK
h.19.00

Amore e Desiderio al Tempo del Femminismo
Incontro con Catherine Corsini e Elisabeth Perez
Conversano con la regista e la produttrice
Maria Rosa Cutrufelli e Bia Sarasini
In collaborazione con SIL – Società Italiana delle Letterate

THE JUDGE

  • Sabato 28 Aprile h. 19.00
  • SALA DELUXE – SALA VOLONTE’ Casa del Cinema
  • Regia di Erika Cohn, Palestina/USA 2017, 81’ Lungometraggio documentario- PRIMA ITALIANA

SINOSSI

La legge della Shari’a, un quadro giuridico spesso frainteso e difficilmente comprensibile per gli stessi Musulmani, viene raccontata attraverso gli occhi della prima donna a essere accreditata come giudice presso una corte religiosa in Medio Oriente. Quando era una giovane avvocata, Kholoud Al-Faqih entrò nell’ufficio del Presidente della Corte Suprema palestinese e dichiarò di volere diventare giudice, ottenendo dall’uomo una sonora risata. Pochi anni dopo, Kholoud è la prima donna giudice a operare in un tribunale della Shari’a. Il documentario, presentando il suo coraggioso percorso da avvocata e la lotta instancabile per una giustizia rispettosa delle donne, mostra i conflitti presenti nella vita familiare palestinese – la custodia dei figli, il divorzio, le violenze – e offre uno sguardo sulla vita delle donne sottoposte alla Shari’a.

MY DAYS OF MERCY

  • Sabato 28 Aprile h. 21.00
  • SALA DELUXE Sottotitoli in italiano
    Domenica 29 aprile h. 12.00
    SALA DELUXE Sottotitoli in italiano

    SALA KODAK Versione originale (inglese)

  • Regia di Tali Shalom Ezer, USA 2017, 103’ Lungometraggio fiction

SINOSSI

Le sorelle Lucy e Martha Morrow partecipano regolarmente alle dimostrazioni per l’abolizione della pena di morte, seguendo le esecuzioni capitali in tutto il Midwest. A uno di questi raduni Lucy incontra Mercy, che è fra i sostenitori dell’esecuzione essendo figlia di un poliziotto il cui collega è stato ucciso dall’uomo che sta per essere giustiziato. Lucy le rivela la ragione per cui è coinvolta nella causa abolizionista: suo padre è stato condannato per omicidio e attende l’esecuzione nel braccio della morte. Le due ragazze dovrebbero essere acerrime nemiche, e invece provano attrazione l’una per l’altra. La loro relazione si trasforma, passando dall’ostilità alla curiosità, fino a diventare un’intensa passione. Lucy e Mercy dovranno superare le differenze che le separano e che rischiano di sgretolare il loro rapporto.

OUR LOVE STORY

  • Domenica 29 Aprile h. 14.30
  • SALA DELUXE Casa del Cinema
  • Regia di Hyun-ju Lee, Corea del Sud 2016, 99’Lungometraggio fiction

SINOSSI

Yoon-ju è una studentessa di Belle Arti, ha trentadue anni e vive in affitto nell’appartamento di un’amica; non è interessata a conoscere uomini o a uscire con loro e sostiene di non avere tempo per gli appuntamenti. Ma un giorno Yoon-ju incontra la persona che le fa desiderare di cambiare vita, l’estroversa barista Ji-soo. Fra le due ragazze sboccia l’amore, in una Corea ancora fortemente contraria alle relazioni omosessuali. All’interno della relazione, inaspettatamente Ji-soo diventa la voce della ragione e dell’esperienza, mentre Yoon-ju avverte il forte contrasto tra le vecchie abitudini e le nuove sensazioni che si trova a sperimentare. Entrambe sono sottoposte alla pressione da parte degli amici, della famiglia e della società, che le spingono a sistemarsi e sposarsi. Il film mostra le emozioni e anche le difficoltà della relazione fra le due donne.

COCO CABASA

  • Domenica 29 Aprile h. 14.30
  • SALA DELUXE Casa del Cinema
  • Regia di Klara Johanna Til, Olanda 2016, 54’ Lungometraggio documentario – PRIMA ITALIANA

SINOSSI

Kaoutar Darmoni offre lezioni di una danza coinvolgente, trascinante e liberatoria: la sua danza del ventre si ispira alla sensualità delle donne tunisine e rompe ogni tabù, nella convinzione che le donne debbano riconquistare il loro potere originario. Seguiamo Kaoutar in un viaggio in Tunisia, il suo luogo di nascita, da cui è fuggita perché troppo repressivo, e in Francia, paese dove sperava di trovare rifugio, ma da cui è rimasta delusa, non trovando la libertà che si aspettava. Le interviste e le conversazioni con Kaoutar e con alcune figure chiave della sua vita rivelano quanto abbia dovuto lottare per riuscire a diventare la donna che è oggi, docente di studi di genere, esempio di emancipazione, di autorevolezza, di forza, simpatia e ironia.

In Sala la regista Klara Johanna Til

Autore: Redazionale

Condividi