millenovecento68-millenovecento77 // Dieci anni in movimento, al cinema La Compagnia di Firenze 3 aprile-13 giugno

,   

millenovecento68millenovecento77 DIECI ANNI IN MOVIMENTO

a cura di Associazione Anémic Cinéma

in collaborazione con

Fondazione Sistema Toscana

Archivio audiovisivo del Movimento operaio e democratico

Centro studi e Archivio storico il Sessantotto

Associazione Ciclostilato in proprio,

Istituto Ernesto de Martino

Cinema La Compagnia

3 aprile – 13 giugno 2018

Liliana Cavani e Pierre Clementi

Un numero simbolo: 68. Una data manifesto: Millenovecento68, cinquant’anni fa. Inizia un decennio confuso, contraddittorio, tumultuoso, creativo e furibondo, fra speranze e illusioni. Barricate e ritirate. Un decennio in cui, in molti paesi del mondo, milioni di persone, in gran parte giovani, si affacciano sulla scena della Storia e pretendono di esserne protagonisti. Mettono in discussione le gerarchie, il vecchio modo di vivere il lavoro e i rapporti d’amore; chiedono libertà, diritti, giustizia; immaginano una società nuova che non si serva di loro ma gli appartenga, nella quale al potere vadano, addirittura, la fantasia e la felicità.

L’immaginazione al potere”: uno slogan che dice tutto.

Di questo periodo, che certo per essere affrontato nelle sue tante sfaccettature – luoghi, protagonisti, conquiste ottenute, fallimenti, ecc. – richiederebbe ben altro spazio che quello occupato da questa rassegna, abbiamo scelto, con la collaborazione di archivi e associazioni, di raccontare una piccola parte, appena qualche frammento, giusto qualche tessera dell’incandescente mosaico. E con lo sguardo rivolto all’Italia.

Chi erano e cosa volevano i giovani del 68 e degli anni 70?

Grazie ai documentari proposti dall’Archivio audiovisivo del Movimento operaio e democratico (AAMOD) li sentirete parlare e li vedrete manifestare nelle strade: studenti nelle università e operai nelle fabbriche, occupate entrambe, giovani registi che si interrogano sul senso della politica.

L’Archivio storico il Sessantotto e l’associazione Ciclostilato in proprio, negli incontri e con le mostre, riporteranno in primo piano la memoria, le testimonianze e le riflessioni di chi in quegli anni partecipava attivamente alle lotte.

Come Tano D’Amico, le cui straordinarie foto in bianco e nero hanno ritratto tutto il corso delle manifestazioni degli anni Settanta, o come Lido Contemori, che la società dell’epoca l’ha sbeffeggiata nelle sue corrosive vignette satiriche, entrambi ospiti della rassegna.

O come Paolo Pietrangeli, autore di quella Contessa, diventata la colonna sonora del 68, ma anche autore di uno dei film spot del movimento e delle sue derive: Porci con le ali.

O ancora come i registi invitati a “presentare e raccontare”, 50 anni dopo, il loro personale 68 filmico: Roberto Faenza con Escalation e Liliana Cavani con I cannibali.

Infine a chiudere il cerchio sarà Ecce Bombo di Nanni Moretti che di anni ne compie 40 (il film). Quale sintesi migliore e emblematica: gli amici che aspettano l’alba sulla spiaggia di Ostia. Ma dalla parte sbagliata. Grande è la confusione sotto il cielo. E’ il 1978: sarà tutta un’altra storia ….

Programma

3 aprile

ore 18.00

Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) presenta:

DELLA CONOSCENZA

Regia: Alessandra Bocchetti. Documentario, Italia 1968, 29 min.

Realizzato insieme ad una redazione scelta dal movimento studentesco, il documentario analizza le motivazioni ideologiche e la situazione storica che sono alla base delle lotte condotte dagli studenti e dai giovani nel 1968.

CINEGIORNALE LIBERO DI ROMA n. 1

Documentario, Italia 1968, 34 min.

Il cinema è finito? E’ la domanda che appare nel cartello iniziale di questo cinegiornale. In realtà si tratta di un dibattito sul senso e la funzione politica dei Cinegiornali liberi e di esperienze simili che si vanno facendo in tutto il mondo. Si svolge a casa di Cesare Zavattini e vi partecipano Zavattini stesso, Silvano Agosti, Alfredo Angeli, Giuseppe Bellecca, Marco Bellocchio, Liliana Cavani, Nico D’Alessandria, Giuseppe Ferrara, Alfredo Leonardi, Pier Giuseppe Murgia, Salvatore Samperi, Romano Scavolini, Elda Tattoli, Gianni Toti. Una assemblea irrinunciabile.

Ore 19.00

PARTNER

Regia: Bernardo Bertolucci. Italia 1968, 105 min.

16 aprile

ore 18.00

Inaugurazione della mostra

Grafica di protesta

a cura di Centro studi e Archivio storico il Sessantotto

a seguire

Incontro con Tano D’Amico fotoreporter e giornalista

e con Lido Contemori illustratore e vignettista satirico

Tano D’Amico è a Roma nel 1967, nel clima della contestazione, e si avvicina quasi per caso alla fotografia. Inizia a collaborare con Lotta Continua e con Potere Operaio. I primi reportage sono dedicati al sud, alla Sicilia e alla Sardegna, ma anche alla Grecia dei colonnelli, alla Spagna franchista, al Portogallo durante la rivoluzione dei garofani, alla Palestina, alla Somalia, alla Bosnia, al Chiapas. Con le sue foto, rigorosamente in bianco e nero, documenta le proteste, la partecipazione degli anni Settanta, il movimento studentesco e operaio, le manifestazioni femministe. Nel 1977 è a Roma, quando viene uccisa Giorgiana Masi, e fotografa, durante gli scontri. l’agente Giovanni Santone in borghese, armato.

Lido Contemori, ha pubblicato le sue vignette satiriche, fin dagli anni Settanta, in molti giornali e riviste (Linus, Guerin Sportivo, Il Travaso, Humor Graphic, La Repubblica, Il Secolo XIX, Il Mattino di Padova, Playboy). Nel 1974 collabora con “Ca Balà”, che anticipa “Il Male”, ispirata alle esperienze francesi di “Charlie Hebdo” e “Hara Kiri”. Non poteva durare: il pretesto per colpire la rivista fu un fotomontaggio, al quale aveva contribuito lo stesso Contemori, giudicato blasfemo. La magistratura ordinò il sequestro, che provocò la chiusura di “Ca Balà” nel 1980.

24 aprile

ore 18.00

Il 68 a Firenze, i ragazzini che volevano cambiare il mondo

Incontro a cura di Centro studi e Archivio storico il Sessantotto

ore 19.00

MALEDETTI VI AMERO’

Regia: Marco Tullio Giordana. Italia 1980, 84 min.

2 maggio

ore 18.00

La stagione dei diritti: il 68 continua

Incontro a cura di Centro studi e Archivio storico il Sessantotto

8 maggio

ore 18.00

La protesta fra musica e immagini

Incontro con Paolo Pietrangeli

ore 19.00

PORCI CON LE ALI

Regia: Paolo Pietrangeli. Italia 1977, 105 min.

Alla presenza del regista

10 maggio

ore 18.00

Il mondo in rivolta

Incontro a cura di Centro studi e Archivio storico il Sessantotto

12 maggio

ore 18.00

Inaugurazione della mostra

Scatti in Movimento 1971/1978.

Immagini del Movimento Studentesco Fiorentino.

a seguire

Incontro con l’Associazione Ciclostilato in proprio

Presentazione del libro Concentramento ore 9

22 maggio

ore 18.00

Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) presenta

GLI ANNI 70 SOGNO E TRAGEDIA

Regia: Giuliana Gamba (a cura di). Documentario, Italia 1996, 71 min.

Gli anni ’70 in Italia hanno rappresentato un decennio di grandi speranze di cambiamento, ma sono stati costellati da molti eventi drammatici. I movimenti collettivi, nati dalla spinta del ’68 studentesco e del ’69 operaio, hanno imposto un ripensamento dal basso della società. Giuliana Gamba, di fronte a una materia tanto complessa e di fronte all’abbondanza di documenti audiovisivi su questo periodo della storia italiana, ha scelto temi ed eventi che più di altri hanno caratterizzato questi anni: la crisi economica e l’austerity; il referendum sul divorzio; il movimento femminista; la grande avanzata della sinistra nelle elezioni del 1975-76; le battaglie antifasciste; i gruppi della “nuova sinistra” e gli scontri di piazza; l’assassinio di Pier Paolo Pasolini. Accanto a momenti di gioia e di speranza emergono anche la violenza e i drammatici eventi che hanno caratterizzato, in particolare, la fine del decennio: il movimento del ’77, il caso Moro e il terrorismo.

Ore 21,00

ESCALATION

Regia: Roberto Faenza. Italia 1968, 95 min.

Alla presenza del regista

5 giugno

ore 21.00

I CANNIBALI

Regi:a Liliana Cavani. Italia1969, 95 min.

Alla presenza della regista

13 giugno

ore 18.00

Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico (AAMOD) presenta

LA TENDA IN PIAZZA

Regia: Gian Maria Volonté. Documentario, Italia 1971, 60 min.

Il film racconta la lotta delle operaie e degli operai di cinque fabbriche italiane, la Cagli, la Coca Cola, la Filodont, la Luciani e la Metalfer. E’ un montato di interviste in cui i lavoratori denunciano la difficoltà del vivere senza stipendio e avanzano le loro proposte per uscire dalla crisi e per il cambiamento. Gli operai delle fabbriche occupate decidono di alzare una tenda a Piazza di Spagna per propagandare la loro lotta ma il permesso, concesso dal Comune, viene negato dal Commissariato di Pubblica Sicurezza. Ne consegue una lunga trattativa. Vi sono scontri con la polizia, ma nonostante i feriti e i contusi, gli operai non si danno per vinti. Alla fine ottengono ciò che chiedono e la tenda viene finalmente alzata tra gli applausi e la soddisfazione generale.

Ore 21.00

ECCE BOMBO

Regia: Nanni Moretti. Italia 1978, 103 min.

Autore: Redazionale

Condividi