La star Ha Jung-woo protagonista della terza giornata del 16/mo Florence Korea Film Fest

,   

Sabato 24 marzo, 3/a giornata di festival: nel pomeriggio la proiezione dell’action-comedy campione di incassi “Confidential Assignment” di Kim Sung-hoon, premiato come Miglior Regista ai Brilliant Korean Film Star Award

La star Ha Jung-woo protagonista della terza giornata del 16/mo Florence Korea Film Fest  

L’attore terrà una masterclass sul suo percorso artistico e incontrerà il pubblico in occasione dell’anteprima italiana del suo ultimo film “Along with the Gods: the Two Worlds” 

“Per me è la prima volta in Italia e sono veramente onorato di questo riconoscimento. – ha dichiarato dichiara Ha Jung-woo nel corso della conferenza stampa. 

La vicesindaca Cristina Giachi ieri gli ha conferito le Chiavi della Città di Firenze

Firenze, 23 marzo 2018 –  Sarà l’attore Ha Jung-woo interprete simbolo di una generazione che ha cavalcato la new-wave coreana, il protagonista sabato 24 marzo a Firenze della terza giornata del 16/mo Florence Korea Film Fest, il festival dedicato al meglio della cinematografia sud coreana contemporanea. La star del cinema coreano, nota mostra la sua versatilità in vari generi cinematografici, terrà alle ore  11.00 al cinema La Compagnia, terrà una masterclass sul suo percorso artistico, i suoi maestri e i molteplici ruoli che ha interpretato in oltre 40 pellicole (ingresso 2€, prenotazione obbligatoria su eventi@koreafilmfest.com), mentre alle 20.30 sarà in sala per incontrare il pubblico in occasione dell’anteprima del suo ultimo film “Along with the Gods: The Two Worlds”. Durante la serata interverranno il regista Kim Yong-hwa e il produttore Won Dong-Yeon al quale verrà conferito il premio Festival Promotion Cinema Award, mentre l’attore Ha Jung-woo riceverà il premio Florence Korea Film Fest Award.

“Per me è la prima volta in Italia e sono veramente onorato di questo riconoscimento. – ha dichiarato Ha Jung-woo stamattina durante la conferenza stampa – È per me un onore essere invitato a un festival che lo scorso anno ha ospitato Park Chan-hook in una città come Firenze, città fulcro della cultura mondiale. In questi giorni ho visitato gli Uffizi e sono rimasto folgorato dalla bellezza che ho trovato: farò mio tutto ciò che vedrò e proverò qui e quando tornerò in Corea lavorerò ancora più con passione sia come attore che come regista”. Riguardo alla sua prima visita in Italia, l’attore, una specie di “Tom Cruise coreano” per la sua poliedricità, prosegue: “Dell’Italia mi sono rimaste impresse molte opere, prima tra tutti “La strada” di Fellini, che ho interpretato in uno spettacolo ma anche opere d’arte pure come quella dei maestri Michelangelo, Raffaello e Caravaggio che mi hanno trasmesso una forte emozione”.

A Ha Jung-woo ieri sera la vicesindaca Cristina Giachi ha conferito le Chiavi della Città di Firenze con la seguente motivazione: “In quindici anni di carriera l’attore Ha Jung-woo ha con il suo instancabile lavoro ridefinito il concetto stesso di talento e versatilità impegnandosi coraggiosamente in ruoli sempre diversi e offrendosi senza riserve alla direzione dei migliori autori del cinema sud coreano contemporaneo per poi misurarsi egli stesso con la regia”.

Nel film “Along with the Gods: The Two Worlds” Ha Jung-woo si cala nei panni di Gang-rim, una guida spirituale severa e carismatica, che è anche un avvocato difensore, un detective e un abile combattente, con il delicato compito di essere l’unico vero tramite tra il mondo dei vivi e l’aldilà. Questo sorprendente kolossal, che trascende la fantascienza per andare a toccare le corde della fanta-religione e della filosofia senza però mai mettere da parte un certo humor, racconta di un vigile del fuoco che perde prematuramente la vita mentre sta salvando una bambina; ad attenderlo, alle soglie della sua nuova dimensione tre guardiani che lo traghetteranno all’interno di un viaggio lungo 49 giorni, di cui solo alla fine conoscerà il suo destino nell’aldilà. Adattando il materiale fornitogli da un popolare webcomic, il regista Kim Yong-hwa realizza un’opera imponente e ambiziosa, esempio di grande cinema di intrattenimento che non trascura nessun aspetto emozionale per andare incontro alla sensibilità dello spettatore.

La rassegna, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, inaugura la settima edizione della Primavera Orientale, iniziativa che celebra il cinema d’Oriente organizzata da Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana.

Al cinema La Compagnia le proiezioni della giornata partiranno alle 15.00 con l’action comedy “Confidential Assignment” di Kim Sung-hoon che tra risate e inseguimenti promette sin dalle prime battute di tenere lo spettatore con gli occhi incollati allo schermo; alle 17.30 spazio alla rassegna Orizzonti coreani con “Claire’s camera”, pellicola presentata in concorso al Festival di Cannes, interpretata da Isabelle Huppert  e diretta Hong Sang-soo, prolifico regista considerato uno dei più affermati autori del cinema coreano contemporaneo grazie al suo inconfondibile stile intimista; il film sarà preceduto dalla proiezione di “Can’t live without you”, cortometraggio visivamente accattivante dove il regista Lee Myung-se racconta tramite l’uso del colore una storia d’amore in cui nulla è come sembra.

Alle 16.00 in Sala Mymovies il pomeriggio sarà dedicato ai cortometraggi con “Alone” di Park Jun-young, sulla vita di un’anziana signora, “Noise” di Lim Ji-sun su una lavoratrice che, a seguito di un incidente domestico, comincerà a sentire un rumore fisso nelle orecchie e “Almond: my voice is breaking” di Park Joon-ho, commedia che segna il rito di passaggio dall’infanzia all’adolescenza seguendo la vita di un ragazzo del coro della scuola che si trova a fare i conti con la pubertà che metterà in discussione la sua bellissima voce.

EVENTI COLLATERALI

Alle 16.00 al cinema La Compagnia sarà possibile provare a indossare l’hanbok, il tipico abito da cerimonia coreano, mentre per gli amanti delle arti marziali mentre alle 16.00 in Piazza della Repubblica si terrà una dimostrazione di Taekwondo, sport nazionale di Corea nato tra gli anni ’40 e ’50 che unisce tecniche di combattimento volte alla difesa personale, pratica agonistica, filosofia e meditazione, in collaborazione con FITA, Federazione Italiana Taekwondo e Haidong Gumdo, dimostrazione di spada coreana a cura dell’associazione Haidong Gumdo di Firenze.

 

BIOGRAFIA HA JUNG-WOO

Nonostante abbia da poco compiuto 40 anni, Ha Jung-woo vanta una filmografia molto ricca. Debutta nel mondo del cinema nel 2003, per prendere successivamente parte a diversi ruoli secondari. L’artista, sarà omaggiato di una retrospettiva di 6 titoli dedicata al suo poliedrico percorso artistico: dal sentimentale “Time” diretto dal del regista Kim Ki-duk (2006), passando per il thriller basato sulla storia vera di un serial killer in “The Chaser” di Na Hong-jin (2008), vero spartiacque della sua grande popolarità, che lo pone all’attenzione di un pubblico sempre più vasto anche al di fuori dei confini nazionali, fino al più recente “The Handmaiden” (2016) del regista Park Chan-wook, la pellicola thriller-erotica ambientata nella Corea del Sud degli anni ’30 recentemente premiata ai British Academy Film Awards come miglior film non in lingua inglese. Si continua con “Chronicle of a Blood Merchant” (2015), dove Ha Jung-woo torna dietro la macchina da presa scrivendo, dirigendo e interpretando una delicata cronaca familiare in cui il protagonista, povero ma di buon cuore, per conquistare la ragazza più bella del villaggio, decide di vendere il suo sangue per guadagnare denaro e ancora lavori meno recenti come l’adrenalinico “The Terror live” (2013) e il dramma romantico on the road “My dear Enemy” (2008).

Il festival è organizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, Consolato Onorario della Repubblica di Corea in Toscana, Istituto Culturale Coreano a Roma, Comune di Firenze, FST – Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Main sponsor: Asiana Airlines, Conad, Il Bisonte. Media partner: AsianFeast.org, AsianWorld, Cinematographe, K-Tiger, Firenze Spettacolo, LongTake, Movieplayer, Mugunghwa Dream, Mymovies, Novaradio, Radio Italia Cina, Radio Toscana, TaxiDrivers, Vertigo24.

 

Info: Florence Korea Film Fest, via San Domenico 101, Firenze | 055 50 48 516 | info@koreafilmfest.com | www.koreafilmfest.com

I luoghi: Cinema La Compagnia, via Cavour 50r, 055 268451 | Piazza della Repubblica | Villa Bardini, Costa S. Giorgio, 2, 055 2006 6206.

 

Prezzi: ingresso singolo proiezioni pomeridiane intero 5€, ridotto 4€; proiezioni serali intero 6€, ridotto 5€ | ingresso proiezioni speciali (“The Fortress” e “Algong With the Gods”) 6€ | ingresso giornaliero 3 film, intero 12€, ridotto 10€ | ingresso giornaliero 4 film intero 18€, ridotto 16€  | abbonamento 50€ intero 40€ ridotto | ingresso masterclass con l’attore Ha Jung-woo 2€ per il pubblico non accreditato (con registrazione obbligatoria su eventi@koreafilmfest.com), gratuito per studenti | Ingresso per Danza coreana al Cinema La Compagnia  5€ | Ingresso gratuito per mostre, dimostrazioni sportive, corsi di pittura e prova dell’hanbok.

 

Ufficio Stampa

Lorenzo Migno (3394736584); per PS COMUNICAZIONE Valentina Messina (3274419370) presskoreafilm@gmail.com

 

Autore: Redazionale

Condividi