Al 16/mo Florence Korea Film Fest “The Handmaiden”, il thriller erotico del maestro Park Chan-wook

,   

Lunedì 26 marzo continua l’omaggio a Ha Jung-woo con la proiezione di “Chronicle of a Blood Merchant”

Al 16/mo Florence Korea Film Fest “The Handmaiden”,

il thriller erotico del regista di culto Park Chan-wook

Premiato ai British Academy Film Awards come miglior film non in lingua inglese, “The Handmaiden” è un inno all’amore e alla libertà delle donne, tra intrighi, passioni e colpi di scena

 

Firenze, 25 marzo 2018 – Un thriller dal twist erotico, recentemente premiato ai British Academy Film Awards come miglior film non in lingua inglese, che unisce il tema della libertà femminile a intrighi, passioni e colpi di scena. È questo “The Handmaiden”, l’ultimo lavoro del regista-culto Park Chan-wook, già autore di pellicole rivoluzionarie come “Old Boy” e “Lady Vendetta” che lunedì 26 marzo alle 20.00 al cinema La compagnia di Firenze costituirà l’evento centrale della quinta giornata del 16/mo Florence Korea Film Fest, il festival dedicato al meglio della cinematografia sud coreana contemporanea. Definito dallo stesso Park Chan-wook “una celebrazione del piacere femminile e un grido di libertà contro l’oppressione degli uomini”, “The Handmaiden” è ambientato negli anni 30 del Novecento, durante la dominazione nipponica in Corea. La giovane ladruncola Sokee viene assunta come cameriera nella casa della ricca ereditiera Hideko, che vive pressoché isolata dal mondo sotto il controllo del tirannico zio, perverso e bibliofilo. Il vero intento di Sokee è avvalersi dell’aiuto di un truffatore per impadronirsi del patrimonio di Hideko, ma ben presto tra le due scatterà qualcosa di inaspettato, che porterà il piano di Sokee verso una conclusione molto diversa da quella immaginata.

La rassegna, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, inaugura la settima edizione della Primavera Orientale, iniziativa che celebra il cinema d’Oriente organizzata da Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana.

Al cinema La Compagnia le proiezioni della giornata partiranno alle 15.00 con la proiezione di “Chronicle of a Blood Merchant” pellicola in cui Ha Jung-woo torna dietro la macchina da presa scrivendo, dirigendo e interpretando una delicata cronaca familiare, ambientata nel 1953, all’indomani della conclusione della Guerra di Corea. Heo Sam-gwan desidera sposare la bella Heo Ok-ran. Per riuscire nell’impresa, con il consiglio di suo zio, decide di vendere il proprio sangue così da guadagnare denaro e dimostrare di essere in salute e quindi destinato a essere un buon lavoratore. Anni dopo, Heo Sam-gwan si gode la famiglia che ha costruito con fatica fino al momento in cui inizia a sospettare che l’amato primogenito non sia davvero suo figlio. Alle 17.30, spazio al cinema indipendente, all’interno della sezione Independent Korea con “Mothers” di Lee Dong-Eun. Hyo-jin ha solo 30 anni quando perde il marito in un tragico incidente. Due anni dopo è costretta inaspettatamente a formare una nuova famiglia insieme a Jong-uk, il figlio nato dall’unione del marito e della sua ex-moglie. Hyo-jin e Jong-uk riusciranno a vivere insieme, superando l’imbarazzo iniziale, instaurando un vero e proprio rapporto madre-figlio?

Alle 16.00 in Sala Mymovies il pomeriggio sarà dedicato al cortometraggio con “Line” di Shin Ji-hoon, sulla strana giornata di un distributore di volantini, “My father’s room” di Jang Na-ri, dove il regista, tramite la poetica dell’animazione in bianco e nero riesce a mettere in luce una trama drammatica: il racconto di un padre violento e delle conseguenze traumatiche per la figlia, “Please don’t direct a movie” di Lee Dae-young, esperimento di meta-cinema che si rivolge agli addetti ai lavori su un’attrice alle prese con una scena che proverà per ben 32 volte e “First paychech” di Lee Yun-kyu, sulla difficile vita di una segretaria.

EVENTI COLLATERALI

Alle 16.00 al cinema La Compagnia sarà possibile provare a indossare l’hanbok, il tipico abito da cerimonia coreano.

Il festival è organizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, Consolato Onorario della Repubblica di Corea in Toscana, Istituto Culturale Coreano a Roma, Comune di Firenze, FST – Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Main sponsor: Asiana Airlines, Conad, Il Bisonte. Media partner: AsianFeast.org, AsianWorld, Cinematographe, K-Tiger, Firenze Spettacolo, LongTake, Movieplayer, Mugunghwa Dream, Mymovies, Novaradio, Radio Italia Cina, Radio Toscana, TaxiDrivers, Vertigo24.

Info: Florence Korea Film Fest, via San Domenico 101, Firenze | 055 50 48 516 | info@koreafilmfest.com | www.koreafilmfest.com

I luoghi: Cinema La Compagnia, via Cavour 50r, 055 268451 | Piazza della Repubblica | Villa Bardini, Costa S. Giorgio, 2, 055 2006 6206.

Prezzi: ingresso singolo proiezioni pomeridiane intero 5€, ridotto 4€; proiezioni serali intero 6€, ridotto 5€ | ingresso proiezioni speciali (“The Fortress” e “Algong With the Gods”) 6€ | ingresso giornaliero 3 film, intero 12€, ridotto 10€ | ingresso giornaliero 4 film intero 18€, ridotto 16€ | abbonamento 50€ intero 40€ ridotto | ingresso masterclass con l’attore Ha Jung-woo 2€ per il pubblico non accreditato (con registrazione obbligatoria su eventi@koreafilmfest.com), gratuito per studenti | Ingresso per Danza coreana al Cinema La Compagnia 5€ | Ingresso gratuito per mostre, dimostrazioni sportive, corsi di pittura e prova dell’hanbok.

Ufficio Stampa

Lorenzo Migno (3394736584); per PS COMUNICAZIONE Valentina Messina (3274419370) presskoreafilm@gmail.com

Autore: Redazionale

Condividi