Ricordami con dolcezza. “Coco” di Lee Unkrich e Adrian Molina

,   

Ricordami con dolcezza. “Coco” di Lee Unkrich e Adrian Molina

Coco è un film d’animazione del 2017 diretto da Lee Unkrich e Adrian Molina, che ne hanno  curato anche il soggetto insieme  a Jason Katze e Matthew Aldrich; mentre la sceneggiatura è stata realizzata da Adrian Molina e Matthew Aldrich.

Il film, distribuito dalla Walt Disney Pictures, è stato  prodotto e creato dalla Pixar Animation Studios (dal 2006 parte del gruppo Disney) e ha ottenuto  due Oscar 2018, per il miglior film d’animazione e per la  migliore canzone con “Remember Me”.

Con questo film, si ritorna  nell’incanto del mondo Disney  che ha accompagnato la fanciullezza di molti di noi. Ci parla della  voglia di vivere, di quell’amore speciale  esistente fra un padre e una figlia, della bellezza della musica, dell’importanza dei rapporti familiari.

Sarà il giovane Miguel a condurci  per mano lungo tutta la storia, mosso dalla sua passione  per la musica, per la chitarra  dell’innominabile  trisnonno che suona di nascosto, dal desiderio di conciliare l’inconciliabile: il suo amore per i familiari e per la musica.

Perchè questo rifiuto della musica  e di ogni cosa che la ricordi in questa famiglia?

Perchè nella foto che ritrae il gruppo familiare originario, quello della trisnonna e della figlia Coco,  non è visibile  il volto del trisnonno, strappato dalla foto?

Tutto inizia da una coppia che si amava profondamente, così come amava   la musica.

Essi cantavano insieme accompagnati dalla chitarra dell’uomo, il trisnonno, che componeva anche le canzoni. Un giorno, dopo sposati e dopo che era nata la piccola Coco, il trisnonno era andato via, perché desiderava  portare la sua arte al mondo intero, mentre la moglie voleva fermarsi , mettere radici in un posto  e crescere in armonia la figlia.

La moglie  non lo aveva più perdonato, e da quel giorno la musica era stata bandita da quella casa per  tutte le generazioni a venire .

La musica, tuttavia, rimane nei nostri cuori e c’era una canzone che il trisnonno aveva scritto per la figlia Coco, a cui la cantava ogni sera prima di andare via,  che diceva ” Ricordami ”  e che ritorna sempre nel cuore e nella mente del piccolo Miguel, spingendolo inevitabilmente verso la musica nonostante tutte le proibizioni.

Quella canzone e quella passione porteranno  Miguel, attraverso un lungo percorso avventuroso  fra la realtà e l’aldilà, a ricomporre l’unità di quella famiglia, ridandole le radici   con la rivalutazione completa del ricordo del trisnonno, che era morto proprio prima di poter tornare a casa come desiderava.

Il ricordo è importante per l’unità della famiglia e per la stessa speranza nel futuro, perchè  in esso  rimaniamo vivi, in quello di chi ci ama o ci ha amato.

Il ricordo rivivrà e farà rivivere in un attimo speciale il padre nella mente di una vecchia Coco, bisnonna di Miguel,  che riuscirà a cantare insieme a lui,  balbettando, la canzone ” ricordami” in una delle scene più commoventi del film, rompendo il tabù del divieto della musica presente in quella famiglia e ridandole una vita piena.

E’  particolarmente toccante la scelta della rappresentazione del delicato   e tenero amore del padre nei confronti della piccola Coco, che accompagna tutto il film e che, con la canzone “Ricordami”, ci rimane nel cuore  a proiezione conclusa.

Autore: Giuseppe Ardizzone

Condividi