Suggestioni d’amore tra un ricordo e un disegno. “Un amore esemplare” di Pennac e Cestac al Teatro Massimo Bellini di Catania

,   

Suggestioni d’amore tra un ricordo e un disegno, a Teatro con Pennac

Dopo due complessi e intensissimi giorni di incontri ed eventi, dedicati alle nuove generazioni e ai suoi ammiratori, Daniel Pennac ha concluso la sua passeggiata catanese con “Un amore esemplare” uno spettacolo in tournée che dopo 21 rappresentazioni, chiude i battenti.

Appesantito dai disguidi tecnici a cui si è dovuto far fronte, dall’assenza di luci adeguate a lavagne luminose in tilt, nella splendida cornice del Teatro Bellini di Catania, un folto e assiepato pubblico ha assistito a uno spettacolo che ”non è esattamente il nostro spettacolo” per dichiarazione in apertura.

Il romanziere Pennac e la fumettista Florence Cestac, coadiuvati da due attori, sono andati comunque coraggiosamente in scena, dopo un’attesa thriller per ripristinare gli apparati tecnologici, raccontando con semplicità e leggerezza una porzione di vita del popolare scrittore francese, tra narrazione, fumetto e performance drammaturgica. Protagonisti di una storia d’amore di cui il piccolo Daniel fu testimone sono Jean e Germaine, ai quali Pennac ha dedicato questa memoria, affioramento di un ricordo punteggiato di illustrazioni, nato come fumetto e ora approdato alla scena.

Daniel, bambino di 8 anni, si era “innamorato” di questa coppia di vicini dei suoi nonni. Davanti alla complicità amorevole di due persone che a detta degli altri “non erano niente”, per Daniel invece straordinari nel loro saper essere felici in coppia, esemplari al punto che per lui diventano il suo modello d’amore, si spalancano le porte del mistero dell’Amore. Amore che ha reso eterne le coppie per eccellenza nella grande letteratura, da Romeo e Giulietta a Paolo e Francesca, tutte finite tragicamente. Forse anche la coppia Jean e Germaine ambisce, nella sua oscura tragedia personale, all’eternità?

Indiscusse la perizia e il fascino dei disegni in diretta della Cestac e le qualità narrative di Pennac, a tratti affaticate da una costante traduzione simultanea dal francese dell’attrice Ludovica Thinghi (Germaine), pur se condotta con vivacità e piglio personale. Nella regia che ha curato l’equilibrio dei vari “testi”, i disegni campeggiano e si impongono sullo sfondo della voce suadente e ironica di Pennac dando quel tocco di umorismo leggero, scanzonato e poetico al tempo stesso, che è la cifra di una pièce dove i linguaggi si intersecano con effetti variegati.

Portare il fumetto in teatro è una sfida” dirà la regista. Concordiamo, soprattutto se lo spettacolo è bilingue.

La tenera storia d’amore tra il figlio di un marchese diseredato per amore e una sartina inizia nel 1927, un amore esclusivo (non vollero figli) condito dalla passione per i libri, durerà fino alla morte. Un amore poco consumistico, che per il nostro tempo mercificato costituisce un valore.

*****

UN AMORE ESEMPLARE

Dal fumetto “ Un amour exemplaire” di Daniel Pennac e Florence Cestac

Adattamento teatrale di Clara Bauer e Daniel Pennac

Regia Clara Bauer

Con

Massimiliano Barbini, Florence Cestac, Daniel Pennac, Ludovica Thinghi

Luci e collaborazione artistica Ximo Solano

Musica Alice Pennacchioni

Elementi di scena di Antonella Carrara

Assistente alla regia Pako Ioffredo

Produzione Compagnie MIA/Parigi, il Funaro/Pistoia, Laila/ Napoli

CoproduzioneCOMICON/Napoli

Rassegna Altrescene – Zo Centro Culture Contemporanee di Catania

Con la collaborazione del Comune e dell’Università di Catania e con il sostegno della Fondazione Oelle

Al Teatro Massimo Bellini di Catania

Autore: Anna Di Mauro

Condividi