Follia e allegrezza per una buona vita. “Il mercante di monologhi” al Teatro del Canovaccio di Catania

,   

Follia e allegrezza per una buona vita

Con le accattivanti parole del Ruzzante si apre questo scoppiettante, esilarante, coinvolgente caleidoscopio di personaggi che è “Il mercante di monologhi“ di e con Matthias Martelli, giovane, promettente giullare del XXI secolo, prosecutore di quella colta tradizione che fa dei giullari e delle giullarate medievali l’origine del teatro di improvvisazione. Gli illustri esempi della letteratura da Cielo D’Alcamo al Ruzzante a Dario Fo, per citare alcuni passaggi essenziali, determinano un tipo di spettacolo dove il monologo è la tecnica per eccellenza.

Nello spettacolo già originale per la speciale vendita di…monologhi, accompagnato da un carretto grondante vestimenti, il nostro giullare coevo dà vita a una serie di tipologie che spaziano in tutti i campi del potere, con irridente coinvolgimento del pubblico, invitato a partecipare a quest’ora liberatoria di “follia e allegrezza”, senza trascurare la fustigazione delle “mostruose” corruzioni dei sistemi, dal politico allo scientifico, al religioso, “castigat ridendo mores”. Il finale, come nei fuochi d’artificio, è una girandola frenetica di “tipi” dove il grottesco e il comico si intrecciano in un crescendo di sapore rossiniano, per lasciarci in chiusura con le sapide frasi del Ruzzante in apertura.

Meritoriamente pluripremiato e apprezzato, in questo trascinante spettacolo il giovane talento urbinate, di doti innate e di alta formazione, approda agevolmente a una preziosa e gioiosa complicità.

*****

IL MERCANTE DI MONOLOGHI

Di e con

MATTHIAS MARTELLI

Regia di Domenico Lannutti

Produzione TEATRO DELLA CADUTA (Torino)

Per PALCO OFF al Teatro del Canovaccio di Catania fino al 5 Marzo

 

Autore: Anna Di Mauro

Condividi