Si inaugura con “Ingeborg Holm”, film muto svedese del 1913, la rassegna “Seeyousound” di Torino

,   

Si inaugura con “Ingeborg Holm”, film muto svedese del 1913, la rassegna “Seeyousound” di Torino

E’ stata inaugurata il 26 gennaio a Torino la IV edizione di SEEYOUSOUND International Music Film Festival, rassegna dedicata alla cinematografia internazionale a tematica musicale, che celebra il sodalizio tra cinema e musica.

La prima serata si è aperta con una “chicca” della settima arte: la proiezione di Ingeborg Holm di Victor Sjöström, film muto svedese del 1913, considerato la prima pellicola realista, restaurata in 2K dallo Svenska Filminstitutet – Cinemateket e sonorizzata dal vivo con musica elettronica, coniugando tradizione e innovazione.

Martedì 30 gennaio le proiezioni (temporaneamente spostate nella Sala 1 del Cinema Massimo) saranno dedicate al musicista Ryuichi Sakamoto, segnato dalla tragedia di Fukushima, e alla tenacia della giovane DIlovan Kiko, che fa resistenza contro l’Isis trasmettendo da The Voice of Kobane: due film di profondo impegno civile oltre che di toccante attualità e poesia visiva.

Mercoledì 31 sarà la giornata dedicata a TONY PALMER, appena arrivato a Torino. Il più grande regista di cinema a tematica musicale sarà ospite del festival con una maratona di tre dei suoi film: il lungo di finzione Testimony, che vede Ben Kingsley nei panni di Dmitri Shostakovich, il più noto e perseguitato compositore dell’epoca di Stalin; All My Loving, una fotografia della scena rock‘n’roll e della politica dei tardi Anni Sessanta, frutto di un’operazione a quattro mani con John Lennon;  Bird On A Wire, il rockumentary che mostra il tour di Leonard Cohen del 1972. E’ previsto un lungo incontro del regista con il pubblico nella stessa giornata al Cinema Massimo.

Venerdì 2 febbraio sarà la volta di un altro ospite d’eccezione: DON LETTS, un mito della musica internazionale che presenta il documentario Two Sevens Clash, ricostruzione della scena londinese punk/reggae degli Anni Settanta.

Sabato 3 è il KRAFTWERK DAY: Seeyousound celebra anche quest’anno uno degli album che hanno fatto la storia della musica contemporanea, proponendo una serie di iniziative e approfondimenti, volti a far scoprire e riscoprire questi capolavori intramontabili.

Nel 2018 si festeggiano i quarant’anni di “The Man-Machine” dei Kraftwerk, settimo album della band tedesca che contiene gemme come “The Robots”, “The Model” e “Metropolis”. Al Circolo dei Lettori uno spazio musicale sarà dedicato all’ascolto guidato dell’album, tenuto da Francesco Rapone (ufficio stampa) e Simone Dotto (critico musicale per “Il Mucchio Selvaggio”); modera l’incontro Gabriele Diverio (ideatore dell’omaggio). A seguire la sonorizzazione di alcune sequenze tratte dal capolavoro di fantascienza Metropolis di Fritz Lang, musicate dal vivo dal dj Luca Giglio (info@seeyousound.org / www.seeyousound.org / 3358183191).

Autore: Monica Schirru

Condividi