Di ricordo in ricordo, fino alla morte. “Ella & John” di Paolo Virzì

,   

Di ricordo in ricordo, fino alla morte. “Ella & John” di Paolo Virzì

John conosce quasi a memoria interi brani delle pagine di Hemingway; ma, spesso, non ricorda neanche dove si trova e perchè. Gli è sempre piaciuta la letteratura, di cui è stato insegnante, e gli autori come Joyce ed Hemingway, di cui dice che la prosa così secca e scarna è quasi poetica. Mantiene una buona forma fisica, nonostante la tarda età, e riesce a guidare ancora bene il suo amato Camper; ma, senza Ella, si sente perduto.

Ella, sua moglie e compagna di vita, mantiene ancora un aspetto giovanile con la sua parrucca castana ed il rossetto; ma, un male incurabile le lascia ormai pochi giorni da vivere.

Il destino di Ella, a quel punto, è solo quello di un letto confortevole in una stanza di ospedale , in una clinica o a casa, fino all’ultimo respiro, circondata dai suoi cari.

Per John il futuro probabile è quello di occupare un angolo silenzioso di una casa di riposo.

Si può pensare di restare giovani nonostante il passare degli anni?

Ella e John pensano   che forse sia possibile anche fino alla morte e preferiscono partire da Boston con il loro mitico “Leisure Seeker” in un “viaggio contromano”, come ci racconta Michael Zadoorian nel suo bellissimo romanzo da cui Paolo Virzì ha curato la trasposizione cinematografica nel suo primo film in lingua inglese.

Ella e John, interpretati rispettivamente da due miti del cinema come Helen Mirren e Donald Sutherland, partono quindi verso i luoghi e le atmosfere del loro passato; ma, anche, con un nuovo obiettivo: un regalo di Ella per John…la visita del museo della casa di Hemingway a Key West.

Lasciati di stucco i propri figli , che scoprono l’accaduto quando i genitori sono già in viaggio. Ella e John ripercorrono i luoghi, le immagini, le atmosfere, i ricordi del loro passato, scoprendo ancora dentro di sé la capacità di meravigliarsi della bellezza, il piacere di ascoltare la musica che scorre insieme alla strada, gli incontri casuali con gli altri, il piacere di stare insieme, del loro amore.

Scopriranno e metteranno   a posto episodi e parti del loro passato. Subiranno i problemi della loro condizione ma non si pentiranno mai delle loro scelte, neanche di quella del loro…ultimo viaggio.

Al margine della storia dei nostri protagonisti, Virzì ci mostra un’America attorno che è cambiata rispetto a quella vissuta in gioventù da questi eterni giovani vecchi.

Sono parti di una generazione e di un sogno americano che, in qualche caso, ci stanno già lasciando.

Autore: Giuseppe Ardizzone

Condividi