Teatro Potlach (Fara Sabina)- Proseguirà sino al 9 luglio la rassegna di Teatro Internazionale


Cartellone

 

 

FINO AL 9 LUGLIO 2017, AL FESTIVAL DEL TEATRO POTLACH (FARA SABINA), PROTAGONISTA IL GRANDE TEATRO INTERNAZIONALE

Fara in Sabina – Veduta


VENERDI ‘ 7 LUGLIO   IL TEATRO POTLACH PRESENTERA’ “I PRIMI 100 ANNI DI EDITH PIAF”.  SABATO 8 E DOMENICA 9 LUGLIO L’APPUNTAMENTO E’ CON LA NUOVA PRODUZIONE   “CITTA’ INVISIBILI”  

Laboratori e spettacoli,  incontri e  scambi  creativi tra diverse culture della performance, tutto questo è il FLIPT, il Festival Laboratorio Interculturale di Pratiche Teatrali giunto alla sua diciassettesima edizione,  organizzato dal Teatro Potlach di Fara Sabina diretto da Pino Di Buduo, aperto a Fara Sabina fino a domenica 9 luglio.
Venerdì 7  luglio la giornata presenta, dopo il Laboratorio “Danza e maschera balinese”, lo spettacolo “I primi 100 anni di Edith Piaf” – Teatro Potlach (Italia) e a seguire, dalle 21, la prove generali delle “Città Invisibili”.
Sabato 8 invece dalle 10.30 la Scuola del Teatro Potlach è incentrata sulla preparazione delle “Città invisibili” (che alle 21 andrà in scena con tutti i partecipanti al Festival). E a chiudere il Festival nella giornata di domenica 9 luglio sarà un  programma molto ricco. Dalle 10.00 alle 12.00 il Convegno internazionale sull’attore in teatro, cinema e nei nuovi media. Presenti professori dell’Università La Sapienza di Roma, Roma Tre di Roma, Università di Bologna, Trinity University di S. Antonio (Texas), PUC di Rio de Janeiro (Brasile). Quindi dalle 12.00 alle 13.30 la Presentazione del n. 25, 2016, della rivista “Culture Teatrali”, dell’Università di Bologna, diretta da Marco De Marinis: La Regia in Italia oggi, a cura di Claudio Longhi.
Nel pomeriggio sarà la volta del Convegno internazionale sull’attore in teatro, cinema e nei nuovi media e infine alle 21 a suggellare il termine del FLIPT andrà in scena le “Città Invisibili” con tutti i partecipanti al Festival.
Fondato nel 1976 a Fara Sabina (Rieti) e diretto da Pino Di Buduo, il Teatro Potlach nasce negli anni dell’avanguardia teatrale romana da una scelta di ricerca e sperimentazione. L’identità artistica del Potlach si è espressa contemporaneamente nella produzione di spettacoli di sala e di spettacoli di strada, e nell’attivazione di iniziative pedagogiche che hanno coinvolto l’insieme delle tecniche espressive e performative, dal clown, alla parata, al teatro musicale, in un continuo scambio di conoscenze con gruppi nazionali ed internazionali,  alla ricerca di un profilo professionale capace di offrire spettacolo ad ogni tipo di pubblico. Dal 1991 il Teatro Potlach realizza il progetto Città invisibili in Europa e in America, che consiste in un lavoro teatrale “fuori dai teatri” che trasforma gli spazi quotidiani attraverso la scoperta dell’identità culturale del luogo e l’elaborazione dell’energia creativa dei suoi abitanti.

Ufficio stampa brizzi comunicazione –  Monica Brizzi 3345210057

Contatti:
Via Santa Maria in Castello 10 – 02032- Fara Sabina (Rieti)
tel: 0765-277080 Fax: 0765-277210 mail: teatropotlach@gmail.com  sito: www.teatropotlach.org


*Aggiornamento curato da Luisa Mariani

Autore: admin

Condividi