Cannes 2017 – “Wonderstruck” di T. Haynes primo film in concorso

 

 

Cannes 2017: la prima immagine di “Wonderstruck”

 

Con Julianne Moore e Michelle Williams, è il primo film in concorso

 

Julianne Moore e Oakes Fegley in “Wonderstruck”

 

È il primo film a scendere in gara per la Palma d’Oro di Cannes 2017. Si intitola Wonderstruck, lo dirige Todd Haynes, lo interpretano Julianne Moore e Michelle Williams, affiancate da due ragazzini che dicono bravissimi.

Quella che mostriamo è la prima immagine di Wonderstruck: il red carpet sarà il 18 maggio, ma intanto “godetevi” la magia di queste storie parallele, tra il 1927 in bianco e nero di Rosie e il 1977 colorato di Ben, i piccoli protagonisti. Doppiamente vintage.

Todd Haynes è il regista di Carol, che due anni fa avrebbe sicuramente meritato la Palma d’Oro, anche per l’indimenticabile interpretazione di Cate Blanchett.

Todd Haynes, tanti anni fa, a Cannesha portato anche Velvet Goldmine, strepitoso camp movie a base di piume e pailettes, citazioni di David Bowie e rievocazioni del Glam Rock Brit a cavallo tra gli Anni 70.

Tre anni prima, nel 1995, era arrivato sulla Croisette con Safe, protagonista una rossa piena di lentiggini e di talento: Julianne Moore era una casalinga disperata a cui a un certo punto scoppiava l’allergia alla modernità.

I protagonisti delle prime immagini fatte circolare di Wonderstruck, poeticissime, non sono però per le dive Julianne Moore (che con Lontano dal Paradiso, sempre di Haynes, è stata nel 2002 la splendida vincitrice della Coppa Volpi alla Mostra Cinematografica di Venezia) e Michelle Williams, ma i due bambini al centro delle due storie.

La fonte di ispirazione è l’omonima graphic novel di Brian Selznick, pubblicata nel 2011. Nelle prime immagini, ambientate all’American Museum of Natural History di New York: Ben (Oakes Fegley) è sordo e sogna una vita diversa.

Rose (Millie Simmonds), con lo stesso handicap, si ritrova nello stesso luogo, con lo stesso desiderio ma in un’epoca diversa. Cinquant’anni prima, appunto.

 

www.amica.it  (Antonella Catena)

Autore: admin

Condividi