Franco LA MAGNA- La tenerezza tardivamente consolatoria (note sull’ultimo film di Gianni Amelio)

 

Il film della settimana

 

 

LA TENEREZZA TARDIVAMENTE CONSOLATORIA

Note critiche sull’ultimo film di Gianni Amelio

°°°°

Sondare i recessi dell’animo umano non è impresa da poco. Da sempre lo fanno la letteratura, la psicanalisi, la psicologia…Lo fa, ovviamente, con risultati più o meno soddisfacenti, anche il cinema utilizzando i propri codici linguistici (sommo esempio resta Ingmar Bergman).

Ci prova ora anche Gianni Amelio, trasponendo sul grande schermo da materia letteraria (“La tentazione di essere felici” di Lorenzo Marone) l’ ultima tranche de vie d’un vecchio e chiacchierato avvocato-orso napoletano in pensione, colpito da infarto, fedifrago, egoista, che non ama i figli e (forse) non amava la moglie, ma che ritrova un soprassalto d’umanità legando con una famiglia di vicini (soprattutto con la moglie-madre), destinata ad orrenda fine.

“La tenerezza” film sulla “pesantezza” della vecchiaia, opera sofferta sul disagio esistenziale, spazia dall’aridità e la fragilità della vecchiaia, alla precarietà e irrazionalità dei sentimenti, spingendosi fino all’impossibilità di comprendere fino in fondo soprattutto se stessi, interrogandosi sui perché senza risposta.

Amelio rischia grosso sfiorando la pretenziosità con un film apparentemente dimesso, in realtà spericolando su temi chiave dell’esistenza, zigzagando un pò troppo con la macchina da presa da un personaggio all’altro, tentando di penetrarne l’intimo dramma. Sicché – gettando troppa carne al fuoco – inevitabilmente tutto resta come sospeso in superficie e il gesto finale del vecchio “rinsavito” (che cerca amorevolmente la mano della figlia) appare solo un segno tardivamente consolatorio.

Bella prova matura di Renato Carpinteri, accanto ad un’intensa e travagliata Giovanna Mezzogiorno; meno convincenti Elio Germano “nordico” e la monocorde Micaela Ramazzotti. Poco più di un cameo per Greta Scacchi. Omaggio a Enzo D’Alò del quale si propongono alcune immagini del cartone “La freccia azzurra”.

Autore: admin

Condividi