Francesco NICOLOSI FAZIO- Storie di Sicilia. XXXI maggio 1860. Una data dimenticata

 

Storie di Sicilia

 


UNA DATA DIMENTICATA.

La patriota Peppa (disegno d’epoca)

XXXI maggio 1860, festa catanese.

°°°°

Via XXXI Maggio.

L’unica città al mondo che titola una strada a questa data è quella di Catania. Fino a pochi anni fa era la classica “strada che non spunta” tipica del territorio etneo e, per gli amanti dei cartoni, anche caratteristica della Springfield dei Simpson. Recentemente un intervento privato rende possibile accorciare di qualche decina di minuti il tragitto dalla zona di Nesima verso le autostrade per Palermo e Siracusa, la via XXXI maggio ora è “strada che spunta”.

Penso che tutti i catanesi si siano chiesti del perché della denominazione della strada a quella data, che tutti presumiamo storica. La data è veramente storica, ma solo per la città di Catania, in quanto è il giorno dell’insurrezione popolare catanese contro i Borboni, che furono cacciati da Catania dal popolo. I fatti che resero celebre “Peppa a cannunera”.

Ecco che per Garibaldi, che raggiunse Catania a cose fatte, abbiamo dedicato oltre la via e la bellissima porta ex ferdinandea, anche un grande monumento all’angolo tra le vie Etnea e Caronda; mentre per la povera “Peppa a cannunera” la città di Catania ha dedicato un minuscolo vicolo, traversa della modesta via Acquedotto Greco, non lontano dalla monumentale porta Garibaldi, appunto. Analoga considerazione toponomastica  aveva la data del XXXI maggio, strada oggi migliorata.

Personalmente riuscii a capire il perché di quella data leggendo la lapide che è posta sulle pareti del Municipio di Catania che, sul prospetto che si affaccia sulla piazza Università, ricorda proprio i fatti del XXXI maggio 1860, quando quell’anno Catania fu l’unica città d’Italia ad ottenere la sua libertà da sola, senza l’aiuto di armi straniere; una epopea, come la città di Napoli che si liberò dai nazisti nel ’44, quando l’esercito tedesco era ancora ben saldo sullo stivale. Sull’evento della prima vittoria della Resistenza in Italia fu girato un magnifico film di Nanni Loy.

Invece, per la vittoria dei catanesi sui Borboni, solo qualche labile traccia toponomastica. Non sappiamo se qualche autorità cittadina, regionale o nazionale vorrà ricordare l’evento storico catanese; probabilmente, anche per la sua celebrazione, i catanesi dovranno attivarsi come il XXXI Maggio 1860: fare da soli.

Autore: admin

Condividi