Franco LA MAGNA- Un saltellante Pinocchio (di scena al Piccolo Teatro di Catania)

 

Lo spettatore accorto

 

 


UN SALTELLANTE PINOCCHIO

Nel rispetto della tradizione- al Piccolo Teatro della Città di Catania, regia di Gianni Salvo

****

Saltellante, ingenuo e menzognero, l’eterno burattino di Collodi rivive al Piccolo Teatro di Catania il suo traumatico passaggio da un’esistenza giocosamente irresponsabile, ludica e scioperata, a quella adulta del gravame degli obblighi imposti dalla vita.

“Pinocchio”, per l’attenta regia di Gianni Salvo, segue – schivando voli pindarici – un ellittico sviluppo della tradizionale sinossi, portando in scena un mobilissima marionetta umana (un’ispirata Chiaraluce Fiorito, dalle posture e movenze sapientemente burattinesche, continuamente guizzante e sghignazzante), tampinata – come è d’uopo – dagli altri protagonisti della mirabolante fiaba dello scrittore fiorentino, spesso mostruosamente acconciati con enormi maschere spaventose.

Ne risulta un Pinocchio usuale, proteso (così come nella scrittura) verso una normalizzazione esistenziale, in cerca di pacificazione, le cui trasgressioni appaiono subito narcotizzate e come  depurate dallo scomposto ribellismo che, pur immancabilmente per quanto più delicatamente presente, è sempre frettolosamente seguito dall’inevitabile sconfitta.

Suggestive invenzioni sceniche (le maschere, il ventre e l’enorme bocca della balena…) hanno divertito il folto pubblico d’infanti e genitori, affascinati anche da una delicatamente volteggiante fata turchina (Maria Rita Sgarlato) e non troppo terrorizzato da Mangiafuoco (Nicola Alberto Orofino), come gli altri attori impegnato in più ruoli e in continui, necessari e defatiganti, travestimenti.

 

“Pinocchio” di Carlo Collodi (Carlo Lorenzini), regia di Gianni Salvo; con Giuseppe Carbone, Chiaraluce Fiorito, Nicola Alberto Orofino, Carmen Panarello, Maria Rita Sgarlato.

Scene e costumi Oriana Sessa, Musiche Pietro Cavalieri, Luci e fonica Simone Raimondo.

Al Piccolo Teatro della Città di Catania

Autore: admin

Condividi