Franco LA MAGNA- Dal franchising alla creazione d’un impero (“The founder” di J. Lee Hancock)

 

Il mestiere del critico


 

DAL FRANCHISING ALLA CREAZIONE D’UN IMPERO

The Founder film.jpg

L’ ascesa di Ray Kroc in “The Founder”

****

Immoralità? Genialità? Spregiudicatezza? Alla fine del film il protagonista, che per tutta la vita ha tentato il colpo gobbo puntualmente fallendo, ora – ormai padrone d’un immenso impero che rende quotidianamente cifre inimmaginabili – pronuncia la magica formula del successo, semplicisticamente racchiudendola in una sola parola: “Perseveranza”.

E di perseveranza lui, Ray Kroc, ex venditore di frullatore divenuto “The Founder” dell’impero Mc Donald’s, ne ha avuta davvero da vendere se, già sopra il mezzo secolo d’età, intuisce le potenzialità d’espansione mondiale del fast food a base di hamburger creato dai fratelli Mc Donald’s e tutt’altro che arrendevole riesce dopo qualche anno ad impadronirsi del marchio, estromettendo i veri fondatori liquidati con 2,7 milioni di dollari.

Base del film di John Lee Hancock “The Founder” resta tuttavia, più o meno sottotraccia, l’intramontabile mitologia del self made man, fetish della cultura liberista americana che, corroborato dall’aura sacra fames, del “geniale” Ray Kroc, dall’irresistibile ascesa, ne fanno l’ideale incarnazione.

Un disinvolto e disinibito Michael Keaton conferisce al protagonista Kroc una massiccia dose di credibilità (e di “sinistra” grandezza), firmando un’eccellente performance attoriale, probabilmente foriera di stellari riconoscimenti.

Interpreti: Michael KeatonNick OffermanJohn Carroll LynchLaura DernLinda Cardellini

Autore: admin

Condividi