Franco LA MAGNA- Studio del corpo e del gesto (la danza di Roberto Zappalà al Massimo Bellini, Catania)

Lo spettatore accorto

STUDIO DEL CORPO E DEL GESTO

Al Teatro Massimo Bellini di Catania la danza di Roberto Zappalà

****

Annunciata da cupi colpi di batteria potentemente elettrificata, la compagnia di danza fa ingresso sulla scena del teatro dispiegando in un crescendo di gestualità la naturalità del corpo, esaltandone la bellezza in una sfida continua che disperatamente tende al raggiungimento d’una impossibile perfezione.

Chiude così la breve rassegna natalizia promossa dal Teatro Massimo Bellini di Catania, portando in scena la Compagnia Zappalà/Danza, già onusta di successi internazionali, con lo spettacolo “I am beautiful”, tappa del progetto “Transiti Humanitatis”, ovvero “Studio del corpo e del gesto”, la cui rigorosa (ma al contempo libera) coreografia permette ad una quasi primitiva corporalità di esprimere pienamente inesplorate potenzialità.

Aiutati dall’intervento della voce umana su antichi canti dialettali siciliani, da inusuali sonorità del gruppo “I lautari”e da un cromaticamente cangiante effetto luministico, i danzatori spingono fino alle estreme conseguenze il gesto coreografico, ora in gruppo unico, ora singolarmente staccandosi dalla coralità, ora ancora dividendosi in formazioni più ridotte, sempre creando così suggestive figurazioni che a volte rimandano ad un “primivitismo” quasi ancestrale e a volte sembrano raggiungere una “contemporaneità”, accompagnata dai suoni metallici e distorti della chitarra elettrica, tipici dell’hard rock.

Al centro, sempre e comunque, la corporalità celebrata anche dall’uso di strettissime e trasparenti calzemaglie che consentono agli spettatori di scorgere le spossanti tensioni muscolari a cui i danzatori sono costantemente sottoposti, creando sorprendenti figurazioni costantemente mutevoli.           

*Vedi anche nell’Archivio Notizie, l’ampio comunicato già pubblicato a cura dell’Ufficio Stampa

****

“I am beautiful”

4° step del progetto “Transiti Humanitatis” di Roberto Zappalà
un’idea di Nello Calabrò e Roberto Zappalà
coreografia e regia Roberto Zappalà

musiche originali
Puccio Castrogiovanni

eseguite dal vivo dai Lautari:
Puccio Castrogiovanni (mandolino elettrico, kanklės, percussioni, effetti sonori, voce)
Salvo Farruggio (batteria, cajon e percussioni)
Marco Corbino (chitarre, cajon)
Gionni Allegra (basso, chitarre, cajon, voce)
Salvatore Assenza (fiati, cajon)

interpretazione e collaborazione:
Maud de la Purification, Filippo Domini, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino,
Fernando Roldan Ferrer, Adriano Popolo Rubbio, Claudia Rossi Valli, Ariane Roustan, Valeria Zampardi

Autore: admin

Condividi