Anna DI MAURO- Martoglio, mon amour (30a edizione del Premio a lui intitolato)

 

Riconoscimenti


 

MARTOGLIO, MON AMOUR

30a edizione del premio intitolato al grande autore

****

Le cerimonie di premiazione  a volte rischiano di essere noiose…si protraggono oltre ogni limite, le parole  spesso sovrabbondano senza lasciare traccia. Non così Domenica 27 settembre al teatro comunale di Belpasso (Catania), vuoi per il prestigioso contributo dei protagonisti della serata, i premiati del trentennale Premio Martoglio, vuoi per un’organizzazione accurata e capillare, all’insegna dell’onestà e della qualità  fuor di retorica, da parte dell’Associazione  organizzatrice dell’evento “ Athena”, rappresentata dalla presidente Anna Maria Corsini che nel suo breve discorso introduttivo ha manifestato l’intento del premio : stimolare e  trasmettere  l’amore per la cultura, per i libri, educare all’amore per la conoscenza, esprimere  gratitudine per chi opera in tal senso.

A dimostrazione di ciò i primi a salire sul palco, dove la brillante presentatrice Flaminia Belfiore ha condotto con ritmo e competenza i  vari momenti della serata, sono stati i bambini della scuola elementare S.Teresa di Calcutta, vincitori di un concorso letterario internazionale.

Dopo un breve, delicato saggio di danza della scuola Tersicore è iniziata la passerella delle personalità ritenute encomiabili  per il 2016 dalla giuria presieduta dalla prof.ss Sarah Zapulla
Muscarà dell’Università di Catania.

Giunto alla sua trentesima edizione quest’anno il Premio annovera personalità del mondo della cultura e artisti che nel loro percorso hanno affrontato il tema della convivenza pacifica
tra i popoli, tema scottante che la tragedia delle migrazioni ammanta di dolorosi lutti,
sollecitando una risposta esistenziale ed etica rivoluzionaria.

Dedicato alla figura poliedrica dell’illustre letterato del Novecento, Nino Martoglio,
e pensato per promuovere il libro e la lettura, valorizzando la Sicilia come luogo di identità storica e culturale nel Mediterraneo, il Premio Martoglio vanta un’originalità rispetto al panorama dei premi letterari: I premiati destinano la somma ricevuta all’acquisto di libri che verranno sorteggiati durante la manifestazione.
Sono stati consegnati i seguenti premi suddivisi in varie sezioni:

LETTERATURA: Moni Ovadia, originale connubio tra arte e impegno civile, di multiforme ingegno, spazia dalla musica, al teatro, alla letteratura. Il suo impegno è volto alla conservazione e alla diffusione dell’antica cultura yddish e della cultura dell’Europa dell’Est, in una visione di costante apertura al dialogo culturale. Nel suo  ultimo libro, per il quale  ha ricevuto il Premio “ Il coniglio Hitler e il cilindro del demagogo” pone sotto accusa le plutocrazie dell’Occidente e le
responsabilità dell’imperialismo nei confronti dei popoli più deboli.

MARTOGLIO INTERNAZIONALE: Alice Flemrova, docente dell’università di Praga, impegnata nella diffusione dei classici italiani, tra cui molti siciliani, da Verga a Pirandello, a Brancati,  all’estero.

GIORNALISMO: Bruno Ventavoli, poliedrica fifura di intellettuale, giornalista, scrittore, traduttore e specialista di lingua ungherese, privilegia temi relativi alle emergenze sociali quali la prostituzione, l’immigrazione clandestina e la nuova tratta degli schiavi, in trame riccamente metaforiche.

ATHENA (TEATRO): Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, attori di grande spessore, straordinariamente impegnati in un percorso che li vede uniti, come nella vita, a vivificare la scena teatrale con spettacoli di grande risonanza, come il Re Lear che attualmente sta riscuotendo grande successo.

PREMIO EDITORIA: Lettera Ventidue, è la casa editrice fondata nel 2007 dai giovani architetti Raffaello Buccheri e Francesco Trovato. I giovani e dinamici imprenditori coraggiosamente ripropongono il libro come oggetto di cultura estetizzante, basato  su un’idea vincente che punta sulla raffinata fattura, sul connubio tra forma e contenuto, sulla cura di tutte le fasi della produzione e sulla volontà di aprire una conoscenza settoriale come l’architettura e il design a un pubblico sempre più ampio.

PREMIO DEL TRENTENNALE: Donatella Palermo, produttrice cinematografica,  finanziando film con tematiche difficili, scomode, a volte drammatiche, ha mostrato  sensibilità e acume nel riconoscere la valenza delle opere scelte. Orso d’Oro al festival di Berlino con “ Fuocoammare” di Gianfranco Rosi.

PREMIO GIURIA: Gian Paolo Cugno, tra i più talentuosi della cinematografia contemporanea,  che con i suoi  film  affronta le tematiche del disagio sociale ambientato in una Sicilia magica, metastorica.  

PREMIO LETTERARIO INTERNAZIONALE “NINO MARTOGLIO”
Teatro comunale di Belpasso ( Catania)
27 Novembre 2016

Autore: admin

Condividi